Quantcast

Scuola e lavoro, Gabbrielli: «Il Comune sia collante tra questi due mondi»

GROSSETO – “Immagino un nuovo ruolo delle scuole”, a dirlo Amedeo Gabbrielli, candidato al Consiglio comunale di Grosseto per Forza Italia.

“Rispettate le singole specificità – prosegue -, deve esserci un vero raccordo fra studio e mondo del lavoro. La formazione scolastica impartita dovrebbe essere la chiave per ottenere un’occupazione.

I giovani devono avere tutte le informazioni per una scelta ponderata. Per farlo hanno bisogno di parametri reali. Sul mercato del lavoro locale sicuramente, ma non solo. L’amministrazione comunale può svolgere un ruolo importantissimo, ad esempio promuovendo una sinergia tra i dirigenti scolastici, università e l’imprenditoria del territorio.

E’ necessario fornire realistici elementi di valutazione sulle professioni immediatamente assorbibili dal mercato del lavoro locale e su quelle che lo saranno al termine di un quinquennio di scuole medie superiori o di un ciclo di studi universitari. Queste informazioni dovrebbero essere note già alla fine delle scuole medie inferiori. Soltanto un ente locale può raccoglierle, ordinarle e renderle pubbliche con la dovuta credibilità, in un’operazione che avvantaggia per primi i giovani e quindi, di riflesso, l’intera comunità.

Un’alta percentuale di occupati non ha solo evidenti ricadute economiche sulla città, ma comporta un inferiore tasso di conflittualità. Meno interventi assistenziali. Più risorse da impiegare in altri comporti. Il Comune deve occuparsi, anche sul piano occupazionale, dei giovani: se occupati sono i propulsori del futuro della città. Forza Italia promuoverà questo progetto”, conclude.

Commenti