Quantcast

Incendio a Capalbio: nella notte evacuate alcune famiglie. Qualcuno ha dormito in Comune fotogallery video

CAPALBIO – Aggiornamento 9:30 – Sono in arrivo ulteriori squadre da fuori provincia in rinforzo.

incendio Poggio del Leccio

È stato a causa del forte vento che, nella nottata, il fuoco che si era sviluppato nei pressi di Capalbio si è riattivato in una zona lontana da vie di accesso. Il fronte di fiamma si è poi rapidamente allargato, andando ad interessare un bosco di lecci.
Le squadre di volontariato Aib (antincendi boschivi) e gli operai forestali presenti si sono adoperati con attrezzi manuali per contenere l’estensione dell’incendio ed evitare che raggiungesse  altre zone densamente boscate.

La sala operativa regionale ha quindi avviato la procedura del coordinamento assistito che prevede attivazione e impiego di figure specializzate per incendi boschivi rilevanti: sono attualmente in azione tre elicotteri  e un Canadair, coordinati a terra da due direttori operazioni.

I vigili del fuoco, oltre a garantire il rifornimento dei mezzi antincendio, sono dislocati a presidio di alcune villette che a scopo precauzionale sono state evacuate. Le famiglie per il momento sono  ospitate in municipio.

News ore 8.55: Secondo i Vigili del fuoco sono 20 gli appartamenti evacuati nella notte all’interno di un residence. «Le squadre durante la notte sono state impegnate in particolare a protezione delle abitazioni del centro abitato, con le operazioni di spegnimento che sono state rese difficoltose a causa del continuo variare delle condizioni di vento. Evacuati precauzionalmente circa 20 appartamenti presso un centro residenziale. Sul posto anche un Canadair delle flotta aerea VF, 3 elicotteri e personale AIB della Regione Toscana. Al momento non sono disponibili immagini dell’intervento».

Sul posto Vigili del fuoco dai comandi di Siena, Pisa e Viterbo.

News 8.24: Due appartamenti evacuati ieri sera con gli occupanti trasferiti in hotel, e altre famiglie che hanno dovuto dormire nella sala consiliare. Brucia ancora l’incendio che da ieri ha devastato un oliveto e un bosco vicino al cimitero di Capalbio, in località Poggio del leccio.

«Ce la siamo vista brutta – afferma Gianfranco Chelini che ha seguito la situazione – c’è un danno ambientale, e meno male che il vento non ha girato».

Volontari, Vigili del fuoco e personale della Regione stanno lavorando incessantemente da ore. «Sul posto – afferma il presidente Eugenio Giani che pubblica anche una foto notturna – due elicotteri regionali e numerose squadre di volontariato e dei Vigili del Fuoco. A causa del forte vento l’incendio si è riattivato, in arrivo squadre in supporto due elicotteri e un Canadair. In via precauzionale sono state evacuate alcune abitazioni».

Commenti