Quantcast

Si schiudono le uova di tartaruga: 75 piccoline corrono verso il mare

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Anche il secondo nido presente nel Comune di Castiglione della Pescaia ha finalmente completato il suo sviluppo, donando al mare, solo nella notte tra l’1 e il 2 settembre, ben 70 tartarughini.

A raccontare la schiusa è Tartamare che prosegue: «Nel primo pomeriggio del 2 settembre, intorno alle 16.30, una tartarughina è emersa dal nido presente nei pressi della GreenBeach di Castiglione della Pescaia. Nella tarda serata, intorno alle 23.00 altre due piccole sono emerse dal nido. Infine intorno alle 21.00 del 4 settembre altre 2 tartarughine venute fuori portando a 75 il totale delle piccole nate da questo nido».

«I nostri volontari Claudia e Paolo, durante il loro turno di monitoraggio del 3 notte, si sono accorti, verso le 23, che nel giro di pochi minuti si era formata una profonda depressione della sabbia in corrispondenza della camera del nido. L’emozione e la sorpresa sono state forti, anche perché la dimensione e la profondità del cratere lasciavano poco spazio ai dubbi: l’emersione dei tartarughini sarebbe stata imminente e, probabilmente, molto numerosa» prosegue Tartamare.

«Subito è partita la segnalazione al nostro staff scientifico, che si è diretto sul posto per coordinare le operazioni, e contemporaneamente sono stati allertati tutti gli altri volontari, che ormai da più di dieci giorni monitorano giorno e notte i due nidi presenti su questo tratto di litorale, per poter raggiungere il nido e dare una mano».

«Poco prima di mezzanotte è avvenuta l’emersione delle prime due piccole, che si sono dirette rapidamente verso il mare, seguita poi da vari gruppi, abbastanza numerosi e scaglionati nel tempo, fino alle 4:30, quando le ultime ritardatarie hanno preso il largo davanti agli occhi stanchi, ma carichi di emozione, dei nostri preziosissimi volontari» continua la nota.

«Sembra che il litorale di Castiglione della Pescaia sia particolarmente apprezzato dalle mamme tartarughe, che ormai da tre estati consecutive lo scelgono per deporre le proprie preziose uova. La prima schiusa della Toscana di questo 2021 è avvenuta infatti nell’altro nido presente nel comune di Castiglione della Pescaia, nei pressi dello stabilimento Bella Vita, nella notte del 29 agosto».

«Qui ben 51 tartarughini hanno scavato per emergere dalla sabbia e sono “corsi” verso l’acqua, sparendo tra le onde sotto lo sguardo vigile del nostro team; una piccola solitaria è uscita invece la sera successiva e li ha raggiunti dirigendosi tranquilla verso il mare, e portando il conto dei nati a quota 52. Le prossime notti saranno decisive per l’emersione di eventuali tartarughini rimasti e, se non si verificheranno altre nascite, il nostro staff procederà con l’ispezione del nido per la raccolta dei dati e dei campioni necessari agli studi scientifici che tartAmare porta avanti».

Commenti