Quantcast

Vivere Capalbio incontra i cittadini: «Ripartiamo dalle frazioni per progettare il futuro»

CAPALBIO – «Vogliamo ripartire dalle frazioni, valorizzando l’esistente e aumentando la qualità dei servizi, per creare lavoro e garantire il futuro dei giovani» a dirlo è Alessio Teodoli, candidato a sindaco per la lista Vivere Capalbio.

Una lista appoggiata da tutte le forze del centro sinistra «Ma – sottolinea Teodoli – è di fatto una lista civica, il centrosinistra ha creduto nel nostro progetto politico, creato in modo da rappresentare tutti i territori del comune, con attenzione alla rappresentanza di genere e con molte figure provenienti dall’associazionismo. Abbiamo cercato anche di mantenere un giusto equilibrio tra esperienza e volti nuovi».

Lo stesso Teodoli è stato vicesindaco della piccola Atene al fianco di Luigi Bellumori, ma nella sua squadra anche due giovanissimi, due ragazzi poco più che ventenni: «Il loro entusiasmo è necessario -sottolinea – ci offre un punto di vista diverso rispetto a chi ha figli e famiglia, ci aiutano a progettare una Capalbio anche a misura dei giovani».

La squadra di Teodoli è composta da Tamara Aquila, Veronica Capitani, Monia Checconi, Francesca Sandoletti, Alessandro Biondi, Riccardo Cardarelli, Giovan Battista Conti, Alessandro Del Vecchio, Alberto Pasquarelli, Federico Santi, Leonardo Tosto e Giacomo Uccelletti.

«Nella nostra visione – aggiunge il candidato – per valorizzare Capalbio non basta la gestione dell’ordinario, dobbiamo puntare maggiormente sul decoro, creando una gestione dei rifiuti funzionale e ponendo maggiore attenzione alla valorizzazione delle frazioni. Gli eventi sono un altro punto importante, vanno implementati e devono essere sempre di qualità. E’ necessario essere vicini come amministrazione a ogni realtà del territorio e alle fasce più deboli, bambini e anziani, ma anche creare prospettive per le giovani coppie».

«Lo sviluppo del paese – dice ancora Teodoli – passa inevitabilmente dal turismo, ma secondo noi è necessario migliorare  i servizi dedicati, far fare alla nostra filiera turistica un salto di qualità. Immaginiamo anche un turismo legato alle attività sportive da fare sul mare, sport nobili come il kite e il surf, capaci di attirare anche i più giovani. Per quanto riguarda lo sport, inoltre, ci piacerebbe creare degli impianti comunali che possano ospitare il paddle e lo skate, per esempio, una serie di interventi che ci consentano anche di allungare la. stagione e ci rendano maggiormente attrattivi».

«Questi sono soltanto alcuni dei nostri progetti – conclude Teodoli – l’asticella dell’attenzione resta alta su ambiente, sociale, scuola e infanzia, non solo, se eletti, ci attiveremo per mettere a disposizione di un eventuale  investitore interessato a creare una residenza per anziani gli strumenti urbanistici necessari, in modo che i nostri concittadini non siano costretti a lasciare Capalbio. Il programma resta aperto ai suggerimenti della cittadinanza che coinvolgeremo attraverso gli incontri pubblici già fissati».

Teodoli e il resto della squadra di Vivere Capalbio incontreranno i cittadini il 9 settembre al Giardino, il 13 alla Torba, il 16 al Chiarone, il 22 a Pescia Fiorentina, il 23 a Borgo Carige, il 27 a Capalbio capoluogo e il 29 a Capalbio Scalo, tutti programmati per le 21.

Il primo ottobre la chiusura della campagna elettorale si terrà a Borgo Carige in piazza della Repubblica alle 18.

 

Commenti