Quantcast
Scuola

Alternanza scuola-lavoro, da Grosseto a Valencia per sviluppare le “soft skills”

Studenti del "Leopoldo di Lorena" in partenza per Valencia 

GROSSETO – Quindici allievi delle classi IV dell’Isis “Leopoldo di Lorena” sono partiti oggi, domenica 29 agosto, per Valencia. Gli studenti – selezionati tra gli appartenenti all’indirizzo Agraria, agroalimentare e agroindustria nelle articolazioni Gestione ambiente e territorio, Viticoltura ed enologia e all’Istruzione professionale settore Servizi nell’indirizzo Agricoltura e sviluppo rurale – partecipano al progetto “Land & Sea” finanziato dalla Regione Toscana (con il decreto 5871 del 20 aprile 2020) nell’ambito degli stage transnazionali per migliorare le transizioni tra istruzione, formazione e lavoro e favorire lo sviluppo delle soft skills, cioè tutte quelle competenze trasversali utili alla futura vita professionale. Il progetto vede capofila l’istituto scolastico e partner Assoservizi, l’agenzia formativa di Confindustria Toscana Sud. Lo stage durerà 3 settimane: il ritorno in Italia è previsto per domenica 19 settembre. Per prepararsi all’esperienza all’estero, gli studenti hanno usufruito di un percorso di formazione di 54 ore in materia di orientamento alla professione, al territorio e al proprio progetto di carriera, presentazione in spagnolo e inglese, risparmio idrico e itticoltura sul territorio grossetano e toscano.

La formazione proseguirà anche a Valencia con altre 16 ore sull’economia, la cultura e la lingua del Paese ospitante, in parallelo alle 72 ore di stage in aziende locali. Un’esperienza preziosa. «La scuola – dichiara Cinzia Machetti, dirigente scolastica dell’Isis “Leopoldo II di Lorena” – sostiene e promuove i progetti di mobilità transnazionale come questo, sia perché rappresentano lo sbocco naturale del percorso di apprendimento delle competenze tecnico-professionali e trasversali portato avanti con l’anno scolastico, e sia perché esperienze del genere aiutano ad aprire la mente e mettersi a confronto con realtà diverse, nell’ottica anche di arricchire il proprio curriculum e acquisire una prospettiva internazionale. Anche in un momento difficile come questo è importante portare avanti tali iniziative, nel pieno rispetto delle misure di sicurezza e prevenzione».

A fianco dell’istituto scolastico c’è Assoservizi. «Considerata la grande rilevanza che le competenze trasversali assumono nei luoghi di lavoro – dichiara Giovanni Mascagni, responsabile della delegazione di Grosseto di Confindustria Toscana Sud – abbiamo posto al centro di questo progetto proprio il loro sviluppo insieme a quello delle competenze tecniche. Oggi i giovani per trovare collocazione nel mondo delle imprese devono sviluppare, oltre ad un’adeguata formazione tecnica, anche creatività, flessibilità al cambiamento e spirito d’iniziativa, nonché una forte motivazione al problem solving. Realizzare esperienze di formazione e mobilità all’estero, con tutto quello che comporta in termini di spirito di adattamento e capacità di relazione e confronto con una cultura differente, consentirà loro di sviluppare proprio le competenze trasversali tanto utili per la futura vita professionale».

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI