Quantcast

#unacanzonealgiorno: la radio passa “Pesto” di Calcutta

Più informazioni su

GROSSETO – “Esco o non esco? Fuori è caldo ma è normale ad agosto”

#unacanzonealgiorno 2021

E’ l’estate 2018, e la radio passa Pesto di Calcutta. Il brano era stato pubblicato il 2 febbraio dello stesso anno come secondo estratto dal terzo album in studio Evergreen. Sulle radio, il singolo è uscito un mese dopo, il 2 marzo.

Il brano è stato registrato, missato e masterizzato all’Alpha Dept. Studio di Castel Maggiore (hinterland bolognese) dal tecnico del suono Andrea Suriani, che in questo pezzo suona anche il pianoforte.

Il videoclip è stato pubblicato sul canale YouTube di Bomba Dischi il 4 febbraio 2018 ed è stato scritto e girato da Francesco Lettieri, mentre la fotografia è stata curata da Giuseppe Truppi. È ambientato sul litorale di Fiumicino al tramonto e narra la fine di una storia d’amore, con l’ultima chiamata da una cabina telefonica.

Intervistato da Linkiesta qualche giorno dopo l’uscita del video, alla domanda specifica riguardante i riferimenti contenuti nel video, il regista Francesco Lettieri ha raccontato di averlo voluto ambientare negli anni ’90.

TESTO

Esco o non esco?
Fuori è caldo ma è normale ad agosto
Non ci penso ma poi sudo lo stesso
Un’ombra sul soffitto
Mi hai lasciato nei sospiri nel letto
Un filo di voce
Un filo di ferro dentro l’orecchio
Dai, non fa niente
Mi richiamerai da un call center
E io ti dirò
Lo sai che io ti dirò
Uè deficiente
Negli occhi ho una botte che perde
E lo sai perché
Perché mi sono innamorato
Mi ero addormentato di te
E adesso che mi lasci solo
Con le cose fuori al posto loro
Esco o non esco
Fuori è notte, mangio il buio col pesto
Non mi piace ma lo ingoio lo stesso
Dai non fa niente, mi richiamerai da un call center
E io ti dirò
Lo sai che io ti dirò
Uè deficiente
Negli occhi ho una botte che perde
E lo sai perché
Perché mi sono innamorato, mi ero addormentato di te
Mi sono addormentato di te
Io non ho un salvagente
Ti lascio andar via
Ma se la corrente
Ti riporta qui
Lo sai che io ti dirò
Uè deficiente
Negli occhi ho una botte che perde
E lo sai perché
Perché mi sono innamorato, mi ero addormentato di te
Mi sono addormentato di te

Fonte: Wikipedia

Una canzone al giorno, musica e curiosità a cura de IlGiunco.net – TUTTO L’ARCHIVIO

Più informazioni su

Commenti