Quantcast

Portavano droga sull’isola: i cani li scoprono con un etto di hashish

ISOLA DEL GIGLIO – Si intensificano nel pieno della stagione estiva le attività di controllo dei finanzieri maremmani coordinati dal Comando Provinciale Grosseto, anche nelle zone più lontane e difficili da raggiungere della provincia, come l’Isola del Giglio.

Ancora una volta protagonisti risultano i due pastori tedeschi antidroga, Dankan e Banda, che impiegati, nell’arco dell’ultimo mese, con finanzieri (in divisa e borghese) della Tenenza di Porto S. Stefano in oltre 10 turni di servizio sull’isola, hanno consentito di sequestrare diverse dosi di stupefacenti.

Le Fiamme Gialle hanno concentrato i loro controlli soprattutto agli sbarchi dei traghetti passeggeri, controllando complessivamente oltre 150 persone ed un centinaio tra veicoli leggeri, commerciali e motociclette.

Complessivamente due i soggetti denunciati (uno dei quali, allo sbarco dal traghetto, vedendo in lontananza l’unità cinofila cercava di aggirare la zona controlli, ma invano in quanto veniva prontamente individuato e bloccato da militari in borghese) e 12 quelli segnalati in Prefettura. Sequestrato complessivamente oltre un etto di droga tra hashish e cocaina: al minuto, oltre 200 dosi per un valore commerciale di circa 4.000 euro.

Molto apprezzata dalla comunità del Giglio questa attività di prevenzione svolta dalla Guardia di Finanza sull’isola in maniera più consistente rispetto al passato, anche con alcuni servizi notturni su strada e presso luoghi di ritrovo.

In particolare il Sindaco, Sergio Ortelli, ha personalmente espresso al Comandante Provinciale parole di sincero apprezzamento per il lavoro di prevenzione e controllo svolto con un’attenzione particolare all’Isola, sia in terra che via mare e cielo anche con la componente aeronavale del Corpo.

Commenti