Quantcast
Mare

Il mare di Scarlino resta nel santuario dei cetacei: rinnovata la certificazione Pelagos

Cala Violina mare Scarlino (foto Comune)

SCARLINO – Il Comune di Scarlino ha rinnovato la Carta di partenariato del Santuario Pelagos fino al 2023.

Il progetto, che unisce una zona marina di 87.500 chilometri quadrati, nasce da un accordo tra l’Italia, il Principato di Monaco e la Francia per la protezione dei mammiferi marini che lo frequentano. Dal 2016 l’Amministrazione comunale aderisce a questo patto per tutelare la natura che caratterizza lo specchio d’acqua su cui si affaccia il territorio scarlinese.

«Custodire il patrimonio naturale – spiegano il sindaco Francesca Travison e il vicesindaco Luciano Giulianelli – rappresenta una priorità per il Comune di Scarlino: abbiamo avviato nuove azioni in questa direzione e nel contempo vogliamo mantenere ciò che l’ente aveva fatto in passato. Dopo la certificazione ambientale Emas, che abbiamo ripreso dopo anni di stop per volontà di chi ci ha preceduto, abbiamo richiesto anche il rinnovo della Carta di partenariato Pelagos. Dal nostro insediamento ad oggi abbiamo lavorato per adempiere alle attività previste dall’accordo e il ministero della Transizione ecologica ci ha confermato la correttezza di quanto intrapreso, rinnovando a Scalino la Carta fino al 2023. Il prossimo obiettivo è aumentare la collaborazione con i Comuni vicini per ottimizzare la promozione e la progettazione degli impegni assunti per Pelagos».

commenta