Quantcast

Ribaltone del Labriola, sconfitta la favorita Crystal Palace al trofeo Città di Grosseto

Più informazioni su

ROSELLE – Nel calcio vince spesso chi è più forte, nel calcio amatoriale vince spesso chi merita. Così il tabellone principale del trofeo Città di Grosseto di calcio a 7, la manifestazione principe dell’estate maremmana, va meritatamente al Labriola, che batte 2-1 il Crystal Palace favorito alla vigilia.

A Roselle, impianto splendido e spalti gremiti, il Crystal Palace parte forte e va in vantaggio con De Carolis. Ma il Labriola non molla, resta in partita, trovando il pareggio con Vento.

Nella ripresa meglio la squadra di Fallani, il Crystal Palace si innervosisce e a farne le spese è Gigi Consonni, cacciato a metà tempo per due cartellini gialli in successione: prima per l’ennesima protesta nei confronti dell’arbitro Tiberi (ottima la sua direzione in un match nervoso e non semplice), poi per un inutile fallo a centrocampo. E’ l’episodio che spacca in due la partita, perché con l’uomo in meno il Crystal Palace reagisce benissimo nei cinque minuti di penalità, poi però paga lo sforzo e subisce il gol partita segnato da Majuri che regala il trionfo al Labriola.

Labriola calcio a 7

“Abbiamo tenuto bene il campo contro una squadra fortissima, la più forte del calcio Uisp – afferma Riccardo Fallani, storico mister del Labriola – sapevamo di dover correre e con tanto impegno abbiamo ottenuto questa bellissima vittoria contro una squadra che non avevamo mai battuto”.

“E’ una bella estate per il calcio a 5 Uisp – afferma Francesco Luzzetti, presidente della lega calcio – con tanti tornei in tutta la provincia. Ci auguriamo di poter ripartire a settembre con il calcio a 11, dopo due anni ce n’è davvero bisogno”.

LABRIOLA: Allegro, Cardelli, Vigni, Majuri, Pecciarini, Cappelloni, Liberali, Fallani, Vento, Bicocchi. All. Falciani.
CRYSTAL PALACE: Nunziatini, De Carolis, Capitani, W. Consonni, Hudorovich, Galloni, Briaschi, Silvestro, L. Consonni. All. Menichetti.
ARBITRO: Tiberi.
RETI: De Carolis, Vento, Majuri.
NOTE: espulso L. Consonni.

Più informazioni su

Commenti