Quantcast

Strada delle Galleraie, Pci: «Cronica e insufficiente mancanza di soluzioni»

Più informazioni su

MONTIERI – «Per chi transita nel tratto stradale che da Firenze porta nell’entroterra maremmano fino a sfociare sulla costa e, viceversa, si trova nei periodi estivi, a dover sopportare un incessante scorribanda di autoveicoli e motocicli che mette a dura prova la sicurezza e la funzionalità dell’arteria».

Sull’argomento interviene il Pci delle Colline Metallifere.

«La SP5 delle Galleraie – scrivono in una nota -, nei pressi della Fabbrica in prossimità del bivio per Travale è infatti una vera odissea per chi viaggia, ma un’ ulteriore e totale criticità per i residenti del posto. La politica non è mai intervenuta su questa importante necessità, ma crediamo sia venuto il momento di proporre interventi atti a mettere in cantiere una serie di progetti che rendano la viabilità sicura per tutti. Una scelta netta tra il transito e la vivibilità del luogo. La località la Fabbrica è uno snodo importante, vi è un ristorante privo di parcheggi pubblico che crea disagi ai clienti degli autocarri e non, che si fermano a mangiare, costretti a fermare il proprio mezzo sul ciglio della strada, ostruendo l’ingresso al bivio per Travale e rendendo ancora più insicura la carreggiata».

«Come Pci, riteniamo e proponiamo, in questa cronica e insufficiente mancanza di soluzioni e lanciamo alcune proposte: sarebbe opportuno prevedere di progettare una rotonda presso il bivio che renderebbe meno veloce e funzionale il transito di quel tratto, cosi come pensare alla creazione di un parcheggio pubblico per i residenti e i clienti dell’esercizio. Potranno sembrare soluzioni retoriche, ma siamo convinti nella nostra volontà per sopperire ad annosi problematiche che vedono un lassismo istituzionale che non crea presupposti per risolvere e migliorare i disagi crescenti dei cittadini».

«In questo contesto l’intervento che compete alla provincia di Grosseto, dovrebbe essere inserito nel piano delle opere pubbliche e trovare sostegno non solo dal comune di Montieri, ma anche da chi rappresenta il territorio delle Colline Metallifere e per anni è stato sindaco ed oggi è consigliere in provincia, per recuperare almeno qualcosa delle promesse fatte quando era amministratore del nostro comune».

Più informazioni su

Commenti