Quantcast

Eroi del mare premiati in Comune: «Grazie per aver salvato tante vite» fotogallery

ORBETELLO – Cinque esperti del mare, cinque nuotatori provetti tra cui anche alcuni bagnini, Gianni Salamanca, Alessandro  del Papa, Massimo Giusti, Riccardo Busonero e Matteo Mandolini, gli eroi che sono stati premiati in Comune che, nonostante il pericolo, hanno salvato numerosi bagnanti in difficoltà.

Gianni Salamanca è un istruttore di surf,  che il 29 agosto del 2020 ad Ansedonia ha salvato Bianca Ricci dal mare in tempesta con una spettacolare manovra sulla tavola da surf.

Alessandro del Papa, anch’egli istruttore di surf con brevetto da bagnino, che si è reso più volte protagonista di salvataggi in mare nel corso degli anni, è stato premiato per il salvataggio di una madre e del suo bambino, ancora ad Ansedonia nel giugno del 2017 .

Massimo Giusti, Matteo Mandolini e Riccardo Busonero, tre bagnini, che il 26 luglio scorso hanno salvato, nelle acque della Feniglia, cinque persone, tra cui tre ragazzi, che erano state spinte a largo dalle forti correnti e dalle onde.

A consegnare il riconoscimento il sindaco di Orbetello, Andrea Casamenti: «Non possiamo che dire grazie a questi ragazzi – esordisce il primo cittadino – che con coraggio e sprezzo del pericolo hanno scelto di mettere a repentaglio le loro stesse vite per salvare quelle di coloro che erano in mare in difficoltà, stanchi, talvolta disperati. Questo è un riconoscimento simbolico che simboleggia la vicinanza e la gratitudine della nostra amministrazione nei confronti di questi coraggiosi che hanno contribuito a rendere ancora più sicure le acque del nostro mare»

Presente anche il delegato alle spiagge e al demanio, il consigliere Ivan Poccia, che ha fortemente caldeggiato i riconoscimenti: «Questi ragazzi sono esempi da seguire – sottolinea Poccia – visto che ogni giorno rendono le nostre spiagge più sicure e ci rendono orgogliosi di appartenere a questa comunità. Il Comune di Orbetello con i suoi 37 km di spiaggia ha l’arduo compito di garantire ai bagnanti delle spiagge più sicure; certamente le scelte fatte dall’amministrazione con l’aumento delle bau beach la realizzazione delle free safe beach, i due parchi acquatici, le scuole surf, le torrette in Feniglia e gli ampliamenti straordinari per il covid hanno fatto si che i km di spiaggia sorvegliati siano aumentati notevolmente e questi atti eroici ne sono esempio perché la presenza capillare di bagnini ha permesso di esseri presenti nel momento del bisogno certamente poi ci vuole il coraggio come hanno dimostrato questi ragazzi».

«Ogni stagione – conclude il delegato al demanio – e’ caratterizzata da eventi diversi e quest’anno, a causa delle mareggiate frequenti, sembra che i salvataggi stiano aumentando ed è per questo che al termine della stagione premieremo gli altri bagnini che si renderanno protagonisti di altri salvataggi. Intanto oggi complimenti ad Alessandro, Gianni, Massimo, Riccardo e Matteo per quello che hanno fatto. Siamo orgogliosi di voi».

Alla cerimonia per la Capitaneria di Porto presente Andrea Favia dell’ufficio circondariale marittimo di Orbetello.

 

Commenti