Quantcast

I “No-Pass” tornano in piazza: «No all’obbligo vaccinale, andremo avanti ad oltranza» fotogallery

Più informazioni su

GROSSETO – La protesta contro il green pass, ma anche contro l’obbligo vaccinale torna in piazza a Grosseto come anche in altre città italiane.

L’appuntamento è per le 18 e in pochi minuti nel cuore del centro storico, all’ombra di Canapone, si ritrovano in 200. Qualche striscione, nessun megafono, ci sono anche un paio di bandiere con il tricolore italiano. Qualcuno ha appuntato sul vestito una stella gialla che ricorda la stella di David che veniva imposta agli ebrei durante il periodo nazifascista. Ma tutti smentiscono che le cose siano collegate: «Queste sono stelle comete» dicono e sopra c’è scritto “Art.13”. Il riferimento è all’articolo 13 della Costituzione, ma la scelta, la stella da una parte e il colore giallo dall’altra, è veramente discutibile.

Tra i partecipanti tutti sono contrari al green pass e all’obbligo vaccinale, ma c’è anche chi crede poco agli effetti del coronavirus e soprattutto ai sintomi del Covid-19. «Si può curare a casa con la terapia domiciliare» dicono alcuni che abbiamo intervistato durante la diretta dalla piazza (potete guardarla in alto). Altri si basano su principi giuridici e rispetto dei dettami costituzionali, ma la parola chiave di tutta la manifestazione rimane “Libertà”: una parola che alla fine diventa anche un coro, intonato a tutta voce dalla piazza. La sintesi del pensiero più condiviso tra i manifestanti è che nessuno, neanche lo Stato, possa imporre alle persone di vaccinarsi.

Non ci sono tensioni né problemi i di sicurezza, la protesta è pacifica e i comportamenti civili. «Se le cose non cambieranno (il riferimento è all’impostazione presa dal Governo con l’obbligo del Green Pass, ndr) noi andremo avanti ad oltranza – ci dicono -. Naturalmente con manifestazioni pacifiche perché noi siamo contro la violenza, ma siamo pronti a tornare in piazza ogni sabato finché il Governo non ci ascolterà».

Intanto venerdì prossimo, 6 agosto, il green pass diventerà obbligatorio e sabato prossimo potrebbe essere il primo giorno in cui la certificazione verde sarà contestata anche se già operativa.

Più informazioni su

Commenti