Quantcast

Nasce “Insieme per Grosseto” a sostegno di Perugini sindaco: «Con noi tutti gli scontenti»

GROSSETO – “Un polo civico con l’ambizione di diventare un laboratorio di idee. Un polo che riunisce liste ed anime diverse ma che farà l’interesse dei cittadini puntando ad una alternanza alla guida del Comune, alternanza che a nostro avviso potrebbe solo migliorare l’amministrazione”.

Così si esprime Emanuele Perugini, candidato sindaco al comune di Grosseto, che sta cercando di “fare una politica diversa, una politica vissuta sul territorio incontrando i cittadini delle frazioni per conoscere i problemi e le richieste degli abitanti – spiega -. Spesso al di là dell’ideologia, ma solo in virtù di una visione di paese che secondo noi deve essere diversa da quella di chi ha governato in questi anni. Questa anima civica dovrà aprirsi a tutti coloro che si ritrovano nell’obiettivo di voltare pagina”.

Insieme per Grosseto, che sosterrà la candidatura di Emanuele Perugini alle prossime elezioni amministrative “perché crede molto nel progetto di un Polo Civico per Grosseto” – dicono dalla forza politica – è nata grazie a Paola Cagnazzi, Christian Rispoli e Renata Fortunati, che verranno ufficialmente presentati insieme alle liste a sostegno di Emanuele Perugini verso fine agosto.

“L’ultimo passo del nostro gruppo è stato quello sul nome della lista civica, una scelta che racconta le intenzioni e il respiro che vorrà avere questo progetto che non si esaurirà con la prossima tornata elettorale”, commentano i candidati.

“E’ chiaro che le prossime elezioni amministrative rappresentano un passo importante per Grosseto, ma la nostra intenzione è quella di costruire insieme qualcosa che vada oltre questo appuntamento e che possa rappresentare un ulteriore punto di riferimento per i cittadini
che hanno a cuore la città – vanno avanti -. Sarà uno strumento fondamentale con il quale potremmo conoscere nel tempo persone e realtà diverse, ciascuna con la propria storia e tutti potranno dare il loro contributo per migliorare. Bisognerà solo avere la volontà e la forza di
ascoltare, senza discriminare mai”.

“Uno degli aspetti su cui vogliamo lavorare sarà la comunicazione – continuano -. La comunicazione in politica non deve essere solo forma, ma soprattutto sostanza e crediamo sia importante creare spazi di dialogo che permettano ai cittadini di potersi far ascoltare”.

“Dovremmo fare da tramite tra la comunità e l’amministrazione comunale – concludono i candidati – imparando a comprendere le motivazioni non sempre semplici che sono alla base delle scelte”.

Commenti