Quantcast

AdF: terminati i lavori del serbatoio di Poggio Mai. Investimento da 88 mila euro

CINIGIANO – È in funzione il serbatoio di Poggio Mai. Con un investimento di oltre 88mila euro, L’Acquedotto del Fiora ha messo in esercizio l’impianto della capacità di 140 metri cubi, che permetterà di avere disponibilità di accumuli di acqua a servizio della località Borgo Santa Rita.

Grazie all’acqua stoccata nel serbatoio di Poggio Mai sarà possibile compensare gli alti consumi nelle ore e nei periodi di massimo utilizzo (come per esempio durante la stagione estiva) e inoltre permetterà di avere maggiore autonomia in caso di manutenzioni con sospensione del flusso sulla dorsale Fiora, a beneficio della continuità del servizio.

AdF porta così avanti il proprio imponente piano di investimenti per il miglioramento delle infrastrutture, in linea con gli obiettivi dell’Agenda Onu 2030 e con la propria mission di lavorare per il benessere della comunità e del territorio.

I lavori, che hanno richiesto circa cinque mesi, hanno visto impegnate cinque persone tra operativi e tecnici. Nel corso dell’intervento sono state ripristinate e messe in servizio due vasche da 70 metri cubi ciascuna, installati i nuovi accessi in sicurezza alle vasche, effettuata l’intonacatura interna ed esterna dei serbatoi e della camera di manovra, rifatto completamente tutto il sistema idraulico, installata la nuova strumentazione e sensoristica e predisposto il sistema di telecontrollo per il monitoraggio da remoto.

Sono stati anche eseguiti lavori per l’adeguamento della viabilità di accesso all’impianto e per la sistemazione dell’area intorno al serbatoio. La parte finale dei lavori, con la messa in esercizio delle vasche di accumulo, richiederà necessariamente la temporanea sospensione del flusso idrico, programmata per giovedì 29 luglio dalle 8.30 alle 13 e che interesserà le località Borgo Santa Rita, Piani Rossi, la zona del Crossodromo e la zona di Casale Pozzuolo. Il flusso idrico tornerà regolare, salvo imprevisti, alle 13 del giorno stesso.

Sull’impianto di Poggio Mai inoltre verrà attivato nei prossimi mesi il telecontrollo, che permetterà di monitorare le portate in arrivo e in distribuzione e il livello di accumulo: sarà così possibile avere il quadro complessivo in tempo reale, applicando se necessarie azioni correttive per prevenire eventuali disservizi alle utenze servite.

“Un altro importante investimento che si aggiunge a quelli effettuati nell’esercizio in corso – commenta Romina Sani, sindaca di Cinigiano – che migliora il servizio e dimostra l’attenzione del gestore e l’impegno volto a risolvere le criticità. Rivolgo un ringraziamento al presidente Renai, all’amministratore delegato Ferrari e ai tecnici di AdF”.

“L’azienda continua lo sviluppo degli investimenti sul territorio, andando a migliorare la qualità del servizio destinato alla collettività e a tutti i comuni serviti – commenta il presidente di AdF Roberto Renai – Per Cinigiano, questo importante investimento potrà migliorare anche la gestione di eventuali interventi sulla dorsale Fiora”.

Complessivamente, nel primo semestre del 2021 AdF ha effettuato investimenti per oltre 255mila euro sul territorio comunale di Cinigiano, tra bonifiche di reti (come le condotte in strada di Vicarello e San Martino e l’adduzione al serbatoio di Monticello), messa in sicurezza di impianti e strutture, sostituzione dei contatori e nuovi sistemi di telecontrollo, con la realizzazione dei telecontrolli degli impianti di depurazione di Cinigiano capoluogo e di Monticello Amiata e del serbatoio di Sasso d’Ombrone. Entro la fine dell’anno è prevista l’acquisizione a telecontrollo, oltre che per il serbatoio di Poggio Mai, anche per quello di Monticello Amiata.

Commenti