Quantcast

Tari, Casamenti: «Riduzione per tutte le categorie. Chiavetta ha fatto una pessima figura»

ORBETELLO – Al prossimo consiglio comunale, che si terrà venerdì, 30 luglio, saranno approvate le tariffe Tari (nettezza urbana) per il 2021.

L’amministrazione comunale, guidata da Andrea Casamenti, porterà una riduzione della tariffe Tari sia alle abitazioni che a molte attività economiche. «Nonostante i giganteschi aumenti disposti dalla Sei Toscana – spiega il sindaco – che hanno costretto tanti comuni della provincia di Grosseto ad aumentare la tariffa, il Comune di Orbetello non solo è riuscito a non far pesare tali aumenti sui cittadini ma ha anche abbattuto le tariffe».

«Questo è stato è stato reso possibile – procede – grazie all’utilizzo del fondone statale che è stato quantificato e alle risorse messe a disposizione direttamente dal Comune a favore dei cittadini. Questo importante risultato raggiunto dimostra che la decisione che avevo preso con tutta la mia amministrazione comunale, di non portare in approvazione del consiglio comunale dello scorso mese le tariffe 2021, rinviando tutto a fine luglio, grazie alla proroga del Governo sui tempo di approvazione era assolutamente giusta e azzeccata».

«Grazie a quella scelta sono state quantificate le somme del fondone utilizzabile a cui si sono aggiunte somme del nostro bilancio comunale – afferma ancora il primo cittadino -. Rimane certo la pessima figura dell’avversario Chiavetta che senza informarsi aveva dato ai giornali la notizia dell’approvazione di aumenti Tari, mai avvenuta, da parte della nostra amministrazione in consiglio comunale; una frettolosità, la sua, frutto di inesperienza amministrativa, nervosismo elettorale e della solita mancanza di unità e dialogo nell’opposizione».

«Per quanto riguarda le attività economiche – spiega il sindaco nel dettaglio – le diminuzioni in percentuale saranno: associazioni e luoghi di culto -12,32; cinema -13,10; negozi abbigliamento, calzature, librerie, cartoleria, ferramenta -11,52; negozi tende, tessuti -8,93; attività artigianali, parrucchieri, barbieri, estetista -9,39; ristoranti, trattorie, pub , pizzerie -9,19; birrerie -11,03; bar pasticcerie -8,82; pescherie, fiori e piante, pizza al taglio, ortofrutta -8,24; discoteche -12,51.
Per le altre attività la tariffa non subirà aumenti.
Per quanto riguarda invece le diminuzioni in percentuale delle abitazioni: nucleo 1 componente – abitazione 100 metri -17,3; nucleo 1 componente- abitazione 70 metri -14,6; nucleo 1 componente – abitazione 50 metri -10,3; nucleo 2 componenti – abitazione 100 metri -9,6; nucleo 2 componenti- abitazione 70 metri -5; nucleo 2 componenti -abitazione 60 metri -3; nucleo 3 componenti – abitazione 100 metri -7,8; nucleo 3 componenti – abitazione 70 metri -2,8; nucleo 4 componenti – abitazione 100 metri -8,1; nucleo 5 componenti – abitazione 100 metri -3».

Commenti