Quantcast

Boom di presenze nei parchi e musei della Val di Cornia: 1500 persone in un solo giorno

PIOMBINO – Continua il trend positivo dei Parchi e Musei della Val di Cornia. In questa settimana i numeri da record registrati confermano un andamento estremamente favorevole per la stagione in corso.

In particolare, nella sola giornata di martedì 13 luglio, sono state quasi 1.500 le persone che hanno deciso di trascorrere il loro tempo alla scoperta del paesaggio e della storia raccontata nei parchi e musei della Val di Cornia.

Visite complete per l’intera giornata, già dalla fine della mattina, per il Parco archeologico di Baratti e Populonia che, da solo, ha contato circa 850 ingressi di cui 70 tra i partecipanti all’iniziativa “Gli archeologi raccontano” realizzata per presentare le attività svolte e quelle in corso per il progetto Grandi Attrattori, finanziato dal Fondo Europeo POR FESR 2014-2020.

Grande successo anche per il Parco archeominerario di San Silvestro che ha registrato oltre 400 ingressi; numeri inferiori a quelli di Baratti ma a saturazione comunque dei posti disponibili nelle visite, fortemente contingentati nelle miniere per il rispetto delle misure anti-Covid19.

Soddisfazione anche per i Musei. Il Museo archeologico di Piombino è stato visitato in un solo giorno da oltre 100 persone e quasi 80 sono stati gli ingressi registrati ai due Musei di Suvereto.

“Le energie messe in campo dalla società e l’impegno di tutto il personale dell’azienda hanno dato la possibilità di registrare dati così positivi. In questi giorni stiamo accogliendo moltissime persone nei nostri parchi e musei, offrendo loro servizi di qualità e proponendo un’esperienza culturale in contesti dove è garantita la sicurezza e il rispetto delle norme. Il riscontro positivo da parte del pubblico ci arriva non solo a livello di presenze, ma anche di gradimento manifestato dagli utenti” dichiara, con grande plauso, Mauro Tognoli Ad della Società Parchi.

Commenti