Quantcast

Gestione della Laguna, Casamenti: «Chiavetta non sa neanche di cosa parli»

ORBETELLO – «Dopo quello che è accaduto nel 2015, sentire ora parlare gli stessi di prima che si ricandidano, di Laguna e addirittura proporre come gestirla dopo cinque stagioni estive dove tutto è andato bene mette davvero paura».

È questa la replica di Andrea Casamenti, candidato sindaco della lista Patto per il Futuro, alle critiche sulla gestione della Laguna.

«La nostra amministrazione comunale – spiega – grazie a una proficua e forte collaborazione con la Regione Toscana che ringraziamo, è riuscita pur nelle difficoltà a garantire cinque stagioni estive tranquille. Addirittura due mesi addietro abbiamo fatto partire la raccolta alghe ancora in corso grazie ad un contributo al comune da parte del ministero dell’agricoltura. Abbiamo dato anche avvio al nuovo accordo di Laguna che avrà durata fino al 2022.

«Questa formula – prosegue Casamenti – ha funzionato e per il futuro siamo già d’accordo con la Regione di avviare un nuovo percorso e nel frattempo stiamo lavorando anche a livello nazionale per un coinvolgimento dello Stato, uscito dopo la cessazione del commissariamento».

«Quando – dice ancora il candidato sindaco – l’opposizione e Chiavetta parlano di Comune come soggetto attuatore al posto della Regione, comprendiamo che non hanno la più pallida idea di cosa parlino. Il Comune è stato soggetto attuatore per pochi mesi nel 2015 e abbiamo visto cosa è accaduto. Eppure Chiavetta era anche assessore ai lavori pubblici a quei tempi e dovrebbe conoscere la estrema difficoltà degli uffici comunali a seguire quelle problematiche».

«Quello della Laguna – conclude Andrea Casamenti – è un problema importante che non può essere certo gestito da chi ha fallito nella scorsa legislatura e soprattutto da una amministrazione litigiosa e divisa su tutto. Noi continueremo il nostro lavoro ora e in futuro fiduciosi dell’appoggio della cittadinanza».

Commenti