Quantcast

#unacanzonealgiorno: la radio passa “Pensieri e parole” di Lucio Battisti

Più informazioni su

GROSSETO – E’ il 2 luglio 1971 e Lucio Battisti è primo in classifica con Pensieri e parole.

#unacanzonealgiorno 2021

Pensieri e parole, con Insieme a te sto bene (lato B del disco), è il decimo singolo da interprete di Battisti, pubblicato in Italia nel 1971.

La peculiarità del brano sta nell’intreccio di due melodie distinte, le quali sono prima cantate separatamente per poi fondersi successivamente nella seconda strofa. Lo stesso ritornello prevede un impasto vocale nella seconda metà dello stesso. Le due voci suggeriscono, dal titolo della canzone, l’accavallarsi dei pensieri e delle parole durante un confronto tra due innamorati in un momento cruciale della loro relazione.

Lo stesso Battisti ha interpretato il motivo in playback durante la trasmissione televisiva Teatro 10, sovrapponendo due immagini di sé per ciascuna delle parti vocali.

Del brano Pensieri e parole esiste un’altra versione diversa da quella pubblicata nel singolo e nella maggior parte degli album o delle raccolte, della durata di 5 minuti e 14 secondi (contro i 3 minuti e 55 secondi della versione più diffusa). Tale versione è identica a quella nota, ma alla fine del brano si aggiunge una coda orchestrale realizzata dall’arrangiatore Gian Piero Reverberi e da Battisti stesso. Questa versione è stata pubblicata nelle antologie Tutto Battisti (1975), Profili musicali nº 21 (1982) e Il meglio di Lucio Battisti (1984); oggi è possibile trovarla in commercio nella raccolta Rarities (2020).

Nel 1991 Mia Martini con Maurizio Giammarco incide sia la versione studio nell’album tributo Ci ritorni in mente, sia la versione live in Mia Martini in concerto (da un’idea di Maurizio Giammarco).

Nel 2007 Massimo Ranieri ne interpreta una versione nel suo doppio CD Canto perché non so nuotare…da 40 anni. Il brano è il tredicesimo del secondo CD.

Nel 2009 Svetlana Tchernykh ne interpreta una versione in russo dal titolo Баллада о словах и мыслях per l’album Черных поёт Баттисти.

Testo di “Pensieri e parole”

Che ne sai di un bambino che rubava
E soltanto nel buio giocava
E del sole che trafigge i solai, che ne sai
E di un mondo tutto chiuso in una via
E di un cinema di periferia
Che ne sai della nostra ferrovia, che ne sai
Conosci me la mia lealtà
Tu sai che oggi morirei per onestà
Conosci me il nome mio
Tu sola sai se è vero o no che credo in Dio
Che ne sai tu di un campo di grano
Poesia di un amore profano
La paura d’esser preso per mano, che ne sai
L’amore mio
Che ne sai di un ragazzo perbene
È roccia ormai
(Che mostrava tutte quante le sue pene)
E sfida il tempo e sfida il vento e tu lo sai (La mia sincerità per rubare la sua verginità)
Sì tu lo sai (ma che ne sai)
Davanti a me c’è un’altra vita
La nostra è già finita
E nuove notti e nuovi giorni
Cara vai o torni con me
Davanti a te ci sono io
Dammi forza mio Dio
O un altro uomo
Chiedo adesso perdono
E nuove notti e nuovi giorni
Cara non odiarmi se puoi
Conosci me
Che ne sai di un viaggio in Inghilterra
Quel che darei
Che ne sai di un amore israelita
Perché negli altri ritrovassi gli occhi miei (di due occhi sbarrati che mi han detto bugiardo è finita)
Che ne sai di un ragazzo che ti amava
Che parlava e niente sapeva
Eppur quel che diceva chissà perché chissà
Sì tu lo sai
Adesso è verità
Davanti a me c’è un’altra vita
La nostra è già finita
E nuove notti e nuovi giorni
Cara vai o torni con me
Davanti a te ci sono io
Dammi forza mio Dio
O un altro uomo
Chiedo adesso perdono
E nuove notti e nuovi giorni
Cara non odiarmi se puoi

Fonte: Wikipedia

Più informazioni su

Commenti