Quantcast

Figliuolo arriva al Giglio: completata oggi la vaccinazione dell’isola. «Questi sono fatti» fotogallery video

D'Urso: “Raggiunto un obiettivo ambizioso. Importante la presenza del generale Figliuolo in questa occasione”

ISOLA DEL GIGLIO – Importante traguardo quello raggiunto all’isola del Giglio dove oggi si è completata la vaccinazione anti-Covid della popolazione locale, sancito dalla visita alla sede vaccinale della scuola di Giglio Porto del generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure di contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19 e per l’esecuzione della campagna vaccinale nazionale.
Il generale Figliuolo, giunto sull’isola insieme al capo della Protezione civile Fabrizio Curcio, al generale Michele Vicari e al colonnello Guido Bussetta, è stato accompagnato dal direttore generale della Asl Toscana sud est Antonio D’Urso, dal direttore sanitario Simona Dei, dal direttore di zona Roberta Caldesi e dal sindaco Sergio Ortelli all’interno del centro vaccinale dove ha incontrato gli operatori sanitari della Asl e della Marina Militare e i volontari, impegnati nella somministrazione della seconda dose di Pfizer ai gigliesi, dopo la prima del 21 maggio scorso. Il generale Figliuolo ha espresso grande soddisfazione per il lavoro svolto: “
Con la seconda dose, a 42 giorni dalla prima somministrazione, sono circa 800 le persone tra residenti e lavoratori del Giglio e di Giannutri che oggi hanno concluso il ciclo vaccinale, per un totale di 1300 persone circa, considerando gli over 80 gestiti dei medici di medicina generale e una parte dei 70-79enni vaccinati a domicilio.

Figliuolo al Giglio 2021

“Da oggi il Giglio è definitivamente un’isola ‘Covid free’ – afferma il direttore generale D’Urso – Portiamo a termine un’altra importante sfida nella lotta al Covid, vinta grazie alla fortissima integrazione tra Asl Toscana sud est, Regione Toscana, amministrazione comunale, Marina Militare ed Esercito e associazione Misericordia Stella Maris. Abbiamo tagliato il traguardo che ci eravamo prefissati poco più di un mese fa e che darà nuovo respiro alla popolazione di questa meravigliosa isola. Siamo lieti e onorati che a testimoniare questa giornata sia stato presente il generale Figliuolo che ha potuto verificare di persona l’impegno profuso da tutti gli attori coinvolti affinchè anche questo capitolo della campagna vaccinale, fondamentale per la salute di chi qui vive o ci lavora, fosse organizzata nel mimino dettaglio e con massima efficienza, lo dimostrano per esempio i tempi ridotti di somministrazione rispetto a quelli previsti. La realizzazione del progetto di immunizzazione per le isole minori nasce dalla particolare attenzione della sanità e delle istituzioni per le zone più periferiche e raggiungibili con maggiore difficoltà”.

“Voglio rassicurare, le dosi sono assolutamente sufficienti per mantenere il ritmo di 500 mila vaccini al giorno e questo ci porterà a fine settembre a raggiungere il traguardo dell’80% di italiani vaccinati”, ha detto il generale Figliuolo che ha aggiunto: “Questi sono i fatti, oggi qui al Giglio concludiamo la vaccinazione di tutti gli abitanti delle isole minori. Questo è importantissimo soprattutto per ragioni di salute pubblica e poi perchè lo Stato è credibile ed è vicino ai cittadini che vivono una situazione più disagiata rispetto ad altri e più lontani dai presidi sanitari dove possono avere cure più celeri soprattutto in un caso di pandemia come questo. Voglio ringraziare gli assetti della Difesa, della Marina Militare che qui sta operando in maniera egregia in modo professionale con due team sanitari con l’integrazione con l’associazionismo e la Protezione Civile. Questo è un progetto che nasce con l’associazione dei comuni delle isole minori e supportato in questo caso dalla Regione e dalla Asl”.

Per quanto riguarda i temi della campagna di vaccinazione Figliuolo ha voluto precisare che: “Adesso bisogna concentrarci sugli over 50 in su e voglio sottolineare il grande impegno fatto della Regione Toscana che sulle vaccinazioni è prima in tutte le percentuali sui 60 anni in avanti e dove gli over 80 vaccinati sono oltre il 98% di prima somministrazione e il 92% di persone immunizzate completamente. Dobbiamo andare avanti, progredire ma è chiaro che per l’apertura delle scuole bisogna mettere in sicurezza anche tutti quelli che sono in età scolare. Poi ci stiamo attrezzando anche per il futuro e se le evidenze scientifiche, in base alle ultime varianti, ci imporranno un ulteriore richiamo, noi siamo pronti”.

“Un bel riconoscimento quello che ha voluto dare stamani il generale Figliuolo alla Regione Toscana e alla nostra campagna vaccinale – commenta Leonardo Marras, assessore all’economia e al turismo della Regione Toscana – anche la scelta dell’Isola del Giglio per la chiusura del progetto di immunizzazione delle isole minori ci onora e conferma che lo Stato c’è, è al fianco delle realtà insulari che vivono condizioni di disagio”.
“Avevamo rivolto al generale poco dopo il suo insediamento – ricorda Ortelli – un appello a rendere le isole minori, che non hanno presidi sanitari e quindi piu’ esposte al rischio epidemiologico, Covid free in vista della stagione turistica. Siamo grati e soddisfatti di averci ascoltato e di aver dato seguito alle nostre richieste. Adesso abbiamo dato maggiori certezze alla nostra popolazione in vista di una stagione turistica che ci auguriamo essere importante, ma anche attrattiva di turisti”.

Commenti