Quantcast

Confedilizia incontra Culicchi: «Piena condivisione sullo stop ai nuovi supermercati»

GROSSETO – Confedilizia incontra il candidato sindaco del centrosinistra e M5s Leonardo Culicchi.

Paola Tamanti, presidente della Confedilizia di Grosseto, ha definito “carente l’informazione sui programmi elettorali delle varie liste in campo per il prossimo rinnovo del Consiglio Comunale”, ma esprime “apprezzamento e condivisione per la proposta del candidato sindaco Leonardo Culicchi sulla necessità di porre uno stop all’insediamento, nel nostro territorio, di nuove strutture della media e grande distribuzione e alla correlata necessità di un’adeguata tutela del commercio di vicinato”.

E’ di questo che si è parlato nell’incontro, tenutosi nella sede della Confedilizia, fra Culicchi e Tamanti alla presenza del presidente onorario Lamberto Londini.

“L’incontro, svoltosi in un clima di reciproca chiarezza – spiegano da Confedilizia -, ha affrontato lo specifico problema dei riflessi che l’eccessivo sviluppo della grande e media distribuzione ha avuto e potrebbe ulteriormente avere sul progressivo degrado del centro storico cittadino e di altri quartieri cittadini, vanificando o quanto meno rendendo più problematico ogni progetto di rigenerazione urbana.

Sul punto, come auspicato dalla Confedilizia, è emersa la conferma, da parte del candidato sindaco Leonardo Culicchi, che l’annunciato stop alla media e grande distribuzione e ad eventuali nuovi centri commerciali sarà parte non secondaria del proprio programma elettorale, nel quale dovranno anche essere pensate misure incentivanti, in particolare, per le tradizionali e nuove attività commerciali ed artigianali del centro storico e dei quartieri cittadini.

L’incontro, definito proficuo da entrambe le parti, ha toccato anche il tema dell’emergenza abitativa. Da parte del candidato sindaco è emersa la disponibilità a risolvere il problema, agevolando il percorso delle famiglie in difficoltà, senza però lasciare indietro tutti quei cittadini proprietari di immobili a quali deve essere garantita tutela”, conclude la nota dell’associazione.

Commenti