Quantcast

Perugini si presenta con il suo Polo civico: «Con noi già tre liste»

GROSSETO – Sono già tre le liste che appoggeranno Emanuele Perugini nella sua corsa a sindaco di Grosseto. È stato lui stesso a raccontarlo quando ha presentato il suo Polo civico per Grosseto. «Si tratta di liste ben connotate ciascuna con le proprie sensibilità». Ancora da decidere se anche il polo sarà una lista o se sarà l’ombrello che le accoglierà tutte.

«Il 27 maggio avevo proposto la mia candidatura per il Movimento 5 Stelle e per Conte, ma per problemi nazionali i tempi si sono allungati e così mi sono deciso a candidarmi comunque, perché i problemi dei grossetani non possono aspettare» afferma Perugini. «A Grosseto ci sono bisogni non risolti dalla politica. In queste due settimane tre perone in città hanno tentato il suicidio. Persone normali, come tutti: questi sono segnali che devono essere colti dalla politica, per questo ci siamo candidati a governare la città, bisogna lavorare per la gente, stare in mezzo alla gente. questo progetto vuole dare voce a chi non ce l’ha». Perugini ha ricordato anche il suo impegno con Maremma in movimento di cui è presidente.

«Questo è un polo civico con l’ambizione di diventare un laboratorio di idee. Un polo che riunisce liste ed anime diverse ma che farà l’interesse dei cittadini puntando ad una alternanza alla guida del Comune, alternanza che a nostro avviso potrebbe solo migliorare l’amministrazione».

«In realtà fare politica vuol dire vivere il territorio, vivere le frazioni, conoscere i problemi e le richieste dei cittadini. Spesso al di là dell’ideologia, ma solo in virtù di una visione di paese che secondo noi deve essere diversa da quella di chi ha governato in questi anni. Questa anima civica dovrà aprirsi a tutti coloro che si ritrovano nell’obiettivo di voltare pagina».

«La mia lista è aperta al confronto anche con altre realtà civiche di Grosseto e dintorni. Per il bene di Grosseto bisogna collaborare tutti insieme verso un progetto che porti a rendere la città un gioiello della Maremma ed il “Polo civico per Grosseto” vuole riuscirci, perché noi siamo un’altra storia».

Commenti