Quantcast

Partita e presentazione del libro di mister Renaioli al Centro sportivo: «Dal calcio ho imparato a dare il massimo»

ROSELLE – Grande festa dello sport 
per la presentazione del libro dell’allenatore Alessandro Renaioli

 “Il mio calcio nei dettagli”, mercoledì 30 giugno al Centro sportivo di Roselle. Parte del ricavato della vendita del volume sarà devoluto all’associazione ALT – Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari – Onlus

 Grosseto.

La giornata prevede alle ore 17 la partita di calcio tra “Ex giocatori” allenati da Renaioli. Alle ore 19 seguirà la presentazione del libro “Il mio calcio nei dettagli” con la partecipazione del giornalista sportivo Guido D’Ubaldo, caposervizio del Corriere dello Sport e segretario nazionale uscente dell’Ordine dei Giornalisti, Carlo Paris, ex direttore di Rai sport, corrispondente Rai a Gerusalemme, e Marco Lollobrigida, giornalista, telecronista sportivo, conduttore e inviato Rai Sport, che avranno il compito di intervistare l’autore. Partecipa al dibattito anche Renzo Ulivieri, presidente dell’associazione italiana allenatori calcio e direttore scuola calcio di Coverciano. Ad aprire la serata sarà il giornalista sportivo dell’emittente televisiva TV9, Paolo Mastracca, parteciperanno inoltre all’evento ex calciatori professionisti. Interverranno, inoltre, gli ex giocatori di serie A, Paolo Alberto Faccini e Stefano Di Chiara.

lessandro Renaioli, oltre ad essere un affermato imprenditore maremmano, titolare dell’azienda Renaioli Macchine agricole di Manciano, ha da sempre frequentato il campo da calcio, prima come giocatore e poi come allenatore. Cresciuto nelle file del Manciano, è stato giocatore professionista in C2 con il Grosseto. La sua esperienza da allenatore è iniziata giovanissimo con i pulcini del Porto Ercole per poi tornare alla sua amata Manciano, in cui ha allenato quasi tutti i ragazzi del paese, dai pulcini fino alle giovanili e agli allievi provinciali. La stagione d’oro come allenatore l’ha vissuta alla finale di Coppa Toscana, vinta nel 2013 e alla finale di Coppa Toscana del 2019, persa ai rigori.

“Dal calcio ho imparato a dare sempre il massimo, a pretendere dagli altri e da me stesso ma anche ad accettare le sconfitte, cercando di trarne degli insegnamenti. – afferma mister Alessandro Renaioli – Ho allenato tutte le categorie del settore giovanile fino ad arrivare alla prima squadra. Questo libro nasce dall’esigenza di riordinare idee, riflessioni e pensieri che avevo annotato in tutti questi anni di calcio. Non ha la pretesa di essere un credo calcistico assoluto, ma un punto di partenza metodico per facilitare il compito di ogni allenatore. Se dopo averlo letto, anche un solo allenatore si sentisse più sicuro nelle sue funzioni e con la maggior sicurezza riuscisse a trasmettere negli allenamenti quotidiani più certezze ai suoi calciatori, vorrà dire che il tempo che ho dedicato alla sua scrittura non è stato speso invano. Il titolo prende spunto dalla mia ossessione per i dettagli, che nel calcio come nella vita possono fare la differenza”.

Edito da Idea, il libro “Il mio calcio nei dettagli” tocca principi tecnici tattici come l’intensità agonistica, la gestione del duello individuale, le palle inattive, l’equilibrio tattico e mentale, il passaggio finalizzato alla conclusione a rete, ma anche principi morali, come lo spirito di squadra, la cultura del lavoro, il rispetto, la motivazione e la consapevolezza, per chiudere con un sguardo ai mutamenti che sicuramente avverranno nel calcio del futuro. 
Il volume potrà essere acquistato durante la presentazione. Inoltre sarà distribuito nelle librerie della provincia di Grosseto ed è acquistabile sul sito internet www.alessandrorenaioli.it che sarà on line dal 30 giugno. Parte del ricavato della vendita del volume sarà devoluto in beneficenza all’associazione ALT – Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari – Onlus.

“Le malattie cardiovascolari da trombosi: infarto, ictus, embolia polmonare, trombosi venosa e arteriosa – sottolinea la dottoressa Lidia Rota Vender, Presidente di ALT – colpiscono il doppio dei tumori, ma possono essere evitate in un caso su tre con la conoscenza dei fattori di rischio e il riconoscimento dei sintomi da non sottovalutare. Iniziative come questa consentono ad ALT – Associazione per la Lotta alla Trombosi e alle malattie cardiovascolari – Onlus di informare un numero maggiore di persone sui rischi legati alla trombosi e su come evitare queste malattie che ancora oggi sono la principale causa di morte nel mondo. Un grazie di cuore quindi ad Alessandro Renaioli per aver scelto di collaborare con la nostra associazione, che da oltre 30 anni è in prima linea per combattere la trombosi.” 

Per partecipare all’evento è necessario prenotare inviando mail a arcainfo@arcafactory.it

Commenti