Quantcast

Con Trame il centro diventa un museo a cielo aperto: passeggiata tra le opere del festival fotogallery

Più informazioni su

GROSSETO – Un museo a cielo aperto per le vie del centro storico sempre più ricco quello realizzato da Trame festival, la cui seconda edizione si è appena conclusa.

Il progetto di arte urbana creato da Clan con il contributo di Fondazione CR Firenze ed il sostegno del Comune di Grosseto, in collaborazione con Fondazione Grosseto Cultura e Polo culturale Le Clarisse, ha portato in città 14 artisti provenienti da tutta Italia che hanno dipinto 14 serrande del centro.

Bislak, Flavia Bucci, Noralismo, El Gato Blanco & Zimart, Hazky, Lons, Lume, Pepe Gaka, Alessandro Pixa, Emanuela Sandu, Setter, Urto, Alice Mazzilli e Joluvian in soli tre giorni hanno trasformato le serrande in disuso della città in opere d’arte capaci di suscitare una riflessione sul tema del festival, ovvero la cura. Un tema inteso nei suoi molteplici aspetti e sfaccettature: dal prendersi cura di sé stessi alla cura delle persone, dei luoghi, degli spazi, fino alla mobilitazione collettiva per la trasformazione del mondo.

Con Clan siamo andati a fare il tour delle opere di Trame 2021: sono davvero splendide.

Trame festival – serrande chiuse per arte aperta è di per sé uno degli emblemi del fil rouge della manifestazione, la cura: da anni Clan si prende cura della propria città con impegno e dedizione per regalarle momenti collettivi e di qualità nell’intento di stimolare curiosità e socialità e per colorare e ravvivare il centro storico.

Se non avete ancora visto le serrande di Trame 2021, andate in centro per una passeggiata e fatevi trasportare dai colori. Di seguito la mappa delle opere.

Trame 2021

Di seguito le opere della prima edizione del festival Trame 2020.

 

 

Più informazioni su

Commenti