Quantcast

Bollette elettriche, Confartigianato: «Novità in arrivo. Pronti ad aiutare gli imprenditori»

GROSSETO – «Forse non tutti lo sanno ma sono in arrivo delle novità in merito alle bollette per le piccole imprese, per questo, come Confartigianato, siamo pronti a dare aiuto agli imprenditori che ne avessero bisogno».

Mauro Ciani, segretario di Confartigianato Grosseto chiarisce le novità che saranno in vigore dall’1 luglio relativamente alle bollette elettriche e, per eventuali chiarimenti, mette subito a disposizione i professionisti dell’associazione.

«La legge – spiega Ciani – ha stabilito che, dal primo di luglio 2021, tutte le piccole imprese e alcune microimprese devono rifornirsi nel mercato libero dell’energia elettrica. Per garantire la continuità della fornitura e lasciare il tempo necessario a scegliere l’offerta più adatta alle proprie esigenze, Arera ha introdotto il servizio a tutele graduali».

«Devono passare al mercato libero – precisa il segretario – le piccole imprese, cioè quelle che hanno un numero di dipendenti tra 10 e 50 e/o un fatturato annuo tra 2 e 10 milioni di euro, che sono titolari di punti di prelievo connessi in bassa tensione (in bolletta: Bt) e solamente le microimprese, cioè quelle con meno di 10 dipendenti e che hanno un fatturato annuo non superiore a 2 milioni di euro e che sono titolari di almeno un punto di prelievo con potenza contrattualmente impegnata superiore a 15 kw. Per i consumatori domestici e le restanti microimprese la scadenza è fissata al 2023».

«Le piccole imprese e le microimprese che non hanno ancora scelto una fornitura nel Mercato Libero entrano automaticamente nel Servizio a Tutele Graduali.- interviene anche Gianluigi Ferrara, responsabile sportello energia di Confartigianato Imprese Grosseto – A tutti ricordiamo che la nostra associazione attraverso il proprio Consorzio CEnPi, è in grado di dare tutta l’assistenza necessaria. I nostri professionisti – conclude – sono a disposizione per chiarimenti o suggerimenti allo 0564-419606».

Commenti