Quantcast

Undici studenti si diplomano a pieni voti, il preside: «Grande soddisfazione»

SORANO – Si sono conclusi gli esami di Stato all’Isis Zuccarelli di Sorano con risultati buoni per tutti gli indirizzi di studio.

Sono state sette le quinte che hanno affrontato il colloquio d’esame nei comuni di Sorano, Pitigliano e Manciano, cinque di indirizzi curricolari e due serali. Ben undici alunni hanno ottenuto il massimo dei voti, ma anche gli altri si sono attestati su ottime valutazioni, che permetteranno loro di proseguire brillantemente il percorso successivo.
I presidenti di commissione hanno apprezzato la preparazione dei ragazzi e la loro maturità nel porsi con rispetto e serietà.

L’Isis Zuccarelli è una scuola di confine, con classi poco numerose e questo permette ai docenti di seguire gli alunni quasi in modo individuale, supportandoli nel percorso di crescita culturale, didattica e personale.

Anche i due corsi serali presenti hanno portato all’ottenimento del diploma di 22 corsisti, di cui sette all’Ite, corso storico esistente da molti anni a Pitigliano e 15 al professionale socio sanitario, che invece è al primo anno di vita sul territorio. Il dirigente scolastico reggente Enzo Sbrolli esprime il suo compiacimento per l’ottimo lavoro svolto dal personale scolastico ed augura agli studenti di poter vedere realizzati i loro progetti futuri, sia in campo lavorativo che universitario.

Inoltre si dichiara molto soddisfatto per i risultati ottenuti dai corsi serali, in particolare il socio sanitario che è stato istituito in questo anno scolastico, grazie anche alla collaborazione delle amministrazione comunali. Il serale, che è stato organizzato con lezioni online, è stato frequentato da persone provenienti da varie parti d’Italia ed è stato apprezzato dai corsisti anche per la professionalità e la disponibilità dei docenti.

«Nei due anni di reggenza – commenta Enzo Sbrolli – sono stati raggiunti obiettivi importanti per l’istituto, come appunto la formazione del corso serale Ipss, la dotazione di nuove tecnologie in tutti i plessi, ma soprattutto l’ottenimento dell’autonomia, che permetterà all’istituto di avere un Ds e un Dsga titolari già dal prossimo anno scolastico».

Commenti