Quantcast

L’invasione dei supereroi: si arrampicano sulla facciata dell’ospedale ed entrano dalla finestra di pediatria. TUTTE LE FOTO fotogallery

Da Pavia a Lampedusa, RipartiAMO passa dalla Pediatria del Misericordia. Tappa grossetana del tour di solidarietà e formazione, con una sorpresa per i piccoli ricoverati

Più informazioni su

GROSSETO –  Tappa grossetana per “RipartiAMO”, il tour pediatrico in bicicletta che oggi si è fermato all’ospedale Misericordia.  L’iniziativa nasce dall’associazione Davide il drago che insieme al pediatra Alberto Martelli hanno ideato un giro in bicicletta di venti tappe lungo tutta l’Italia, durante il quale i volontari dell’associazione, tra cui lo stesso Martelli, incontrano i pediatri degli ospedali locali come momento formativo e di condivisione di esperienze. Il progetto rappresenta anche un’occasione per diffondere il messaggio di solidarietà e sostegno ai bambini malati, alle loro famiglie e a tutti gli operatori che si occupano della cura di questi piccoli pazienti.

Davide il drago è stata fondata sette anni fa dal signor Michele Grillo, padre del piccolo Davide, scomparso in tenera età, ed è sostenuta dal gruppo “Nel ricordo di Nicolas”, un altro bambino deceduto prematuramente.

Il team di ciclisti, proveniente da Pisa, è arrivato intorno alle 11 al Misericordia, dove ad accoglierli erano presenti il direttore della Neonatologia e Pediatria, Susanna Falorni, il dottor Andrea Serafini, per la direzione medica di presidio, alcuni professionisti della Pediatria e dell’Ostetricia, il sindaco di Grosseto, Antonfrancesco Vivarelli Colonna, e i rappresentanti dell’associazione di volontariato Porta Voce.

“Siamo lieti di ospitare una tappa di RipartiAMO nei nostri reparti – afferma la dottoressa Falorni – Lo scambio di esperienze, di idee e la conoscenza di altre realtà di cura offrono sempre spunti di riflessione per migliorare, in particolare ora che dobbiamo ripartire ancora più motivati dopo il lungo periodo di pandemia. Il Covid ci ha fisicamente allontanato, ma non ci ha tolto la voglia di fare rete e continuare a impegnarci per la salute dei più piccoli. Ringrazio i protagonisti dell’iniziativa per la sensibilità e la solidarietà che trasmettono in questo abbraccio virtuale attraverso l’Italia ai professionisti e alle famiglie dei bambini malati o che purtroppo non ce l’hanno fatta. E’ davvero un messaggio importante e un grande gesto di incoraggiamento da parte di chi ha vissuto le stesse difficoltà e ha deciso di trasformare simbolicamente la fatica del dolore provato in fatica fisica come metafora del percorso di cura verso la guarigione”.

Il tour prevede di arrivare in ogni regione italiana, in Toscana, oltre a Grosseto, RipartiAMO ha fatto tappa a Firenze, Empoli, Lucca e Pisa.

“Il giro dell’Italia ha come obiettivo ‘fare rete’ tra organizzazioni di volontariato che hanno al centro della loro missione il benessere e la salute del bambino. Da nord a sud, da una parte all’altra dello stivale, realtà che non si conoscevano hanno modo di entrare in contatto e collaborare. Come diciamo sempre, la bicicletta è fatica, la fatica per arrivare alla meta che nel paziente è la guarigione” – commenta Grillo, presidente di Davide il drago.

Nella stessa mattina, i bambini ricoverati in Pediatria hanno ricevuto la speciale sorpresa di 4 super eroi, Batman, Spiderman, Luigi di Super Mario e Superman, che si sono calati dal tetto con funi e particolari imbracature e li hanno salutati attraverso le vetrate mentre si libravano nell’aria. Inoltre, Ladybug, personaggio femminile del quartetto, ha consegnato uno zainetto e un cappellino, donati da Roberto Ricci, a tutti i bambini del reparto. L’idea dei super eroi arriva dai volontari di PortaVoce, giovane associazione culturale di Grosseto, attiva anche nel sociale, che ha contattato i volontari “volanti” della Vertical Service e ha contribuito all’organizzazione dell’evento grossetano.

“Sostenere un progetto rivolto alle associazioni pediatriche è stata un’esperienza nuova per noi – spiega Lucia Vitelli, presidente PortaVoce – Bello è tutto ciò che è condiviso, il percorso di un lavoro di rete e la collaborazione che ha visto come protagonisti assoluti la solidarietà e la generosità di spendersi per l’altro con l’obiettivo comune di voler esserci insieme per i bambini e le famiglie. PortaVoce è orgogliosa di aver accolto questo meraviglioso invito di Davide il drago e di aver collaborato con il reparto pediatrico dell’ospedale Misericordia di Grosseto. Ringrazio anche i bambini e i genitori della scuola per l’infanzia di Campagnatico e la Pro Loco di Grosseto per il supporto offerto”.

Più informazioni su

Commenti