Quantcast

Ambrogi: «Rinuncio al sogno di diventare sindaco, Cesario unico candidato per centrodestra»

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – “E’ con senso di responsabilità e con profondo rispetto per l’elettorato castiglionese che ho deciso
di mettere da parte il sogno di diventare il sindaco del mio paese, ma non quello di restituire a Castiglione della Pescaia un’amministrazione di centrodestra”. Con queste parole l’avvocato Federica Ambrogi annuncia ai propri concittadini il sostegno alla coalizione che presenterà Alfredo Cesario quale candidato sindaco alle prossime elezioni amministrative, ragionato e maturato con Forza Italia -che formalmente aveva già aderito la settimana scorsa- e con l’Udc.

“La mia iniziale resistenza sul nome di Alfredo Cesario – continua Ambrogi – era dettata soprattutto dalla volontà di non deludere le moltissime persone che da anni mi chiedono di impegnarmi e che vedono in me un’occasione di cambiamento (forse anche la nostalgia per una sindaca indimenticata e ineguagliabile).

E così, orgogliosa di questa investitura “naturale”, ho rischiato di perdere di vista l’obiettivo prioritario: Castiglione della Pescaia ha un bisogno vitale di ritornare ad essere amministrata dal centrodestra. Un centrodestra che solo correndo unito può esprimere una forza davvero vincente.

Non sempre si scelgono tutte le strade, a volte alcune si trovano ed occorre avere la capacità di riprogrammare. Se vuoi “cavalcare” al meglio la vita, arrivare alla mèta, occorre osservare costantemente l’onda, reimpostare continuamente il GPS.

Ho superato lo scoglio ed ho iniziato a confrontarmi con Cesario (per mesi, con pazienza reciproca) e con il tempo, non lesinando di manifestargli ogni possibile mio dubbio o perplessità, ho maturato la consapevolezza che avevo di fronte (anche se non un castiglionese D.O.C.) comunque un candidato valido, che si è reso disponibile a condividere le scelte, rendendo partecipe del progetto non soltanto me, ma tutto il gruppo che finora mi ha affiancata. Così ho chiesto agli amici di Forza Italia e di Udc di crederci insieme a me e di confluire nella
coalizione.

Ho poi scelto di aspettare l’ufficializzazione dell’ingresso in coalizione di questi due partiti perché sono convinta che in politica, e nella vita in generale, anche la forma sia sostanza e aderire adesso per me è un segno di rispetto per i tempi di tutti.

E quindi oggi unisco le mie forze con quelle di un’unica squadra di centrodestra, tutta castiglionese, che completeremo insieme e che si presenterà compatta ai nostri concittadini. Siamo pronti ad impegnarci con tutte le nostre competenze, la nostra determinazione ed il nostro
entusiasmo.

Guardiamo nella stessa direzione, consapevoli che c’è molto da fare per Castiglione e soprattutto che lo dobbiamo e lo sappiamo fare”, conclude.

Commenti