Quantcast

Ritrovato il bambino scomparso in Mugello. Squadre anche da Grosseto

MUGELLO – Aggiornamento ore 14.34: “Questa mattina- racconta l’assessora Monia Monni alla protezione civile – , alle 6,30, ho sentito il sindaco quando le speranze iniziavano a vacillare, un po’ per la grande stanchezza di tutti, un po’ perché  da nessuna parte  c’era traccia di Nicola”. E’ a quel punto che l’assessora decide di unirsi alle ricerche  e di andare a Palazzuolo , ma il sindaco la chiama con la buona notizia: “Il sindaco Gian Piero Philip Moschetti ha la voce rotta dall’emozione – continua l’assessora Monni –  e mi dice  ‘abbiamo ritrovato Nicola! È vivo!’”. L’assessora Monni rivolge poi un ringraziamento speciale al luogotenente Danilo Ceccarelli che, approfondendo una segnalazione di un giornalista arrivato sul posto, ha ritrovato il piccolo Nicola.

soccorso alpino bambino Mugello

“E’ una notizia che ci ha riempito il cuore di gioia. L’impegno collettivo dimostrato è la forza della Toscana”. Così il presidente del Consiglio regionale, Antonio Mazzeo, commenta il ritrovamento del piccolo Nicola. Alle forze dell’ordine e a tutti i volontari che “hanno operato con dedizione”. Mazzeo rivolge un sentito ringraziamento così come al sindaco di Palazzuolo sul Senio, Gian Piero Moschetti, per il “grande lavoro svolto” e al giornalista Giuseppe Di Tommaso grazie alla cui segnalazione è stato possibile rintracciare il bambino. “La comunità si è stretta intorno alla famiglia di Nicola e hanno trovato da subito forza e capacità di mettersi a disposizione in un momento di grande difficoltà. È davvero bello che tutto si sia risolto con un lieto fine”.

News ore 10.54: Il vicepresidente del Consiglio regionale Stefano Scaramelli ha espresso viva soddisfazione a nome dell’Aula per il ritrovamento del piccolo Nicola, il bambino di 21 mesi che era scomparso nel Mugello: “Fa piacere a tutti noi la notizia e abbiamo condiviso questo momento con il presidente Giani. Riteniamo che sia corretta e doverosa la vicinanza e l’abbraccio di tutto il Consiglio regionale alla famiglia. Ora sono in corso ora gli accertamenti sulle sue condizioni. Il presidente Mazzeo mi ha chiesto di portare un’informazione pubblica a tutti voi”. La comunicazione del vicepresidente è stata accolta da un applauso dell’aula.

News ore 10.13: Il bambino è stato trovato sotto la strada sterrata verso Quadalto. Le condizioni di salute sono buone, è stato portato via adesso in ambulanza per gli accertamenti.

News ore 9.53: «Nicola è stato ritrovato vivo» a dirlo il presidente della regione Toscana Eugenio Giani. «In costante contatto con il sindaco di Palazzuolo sul Senio Phil Moschetti ho avuto ora la bellissima notizia che il bambino scomparso è stato ritrovato. Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile tutto questo».

News ore 9.19: Continuano senza sosta le ricerche del piccolo Nicola, il bambino di neppure due anni scomparso ieri nella zona di Palazzuolo sul Senio, in provincia di Firenze, in località Molino di Campanaria, in un’area boschiva dove il piccolo vive con la famiglia. Sembra che al mattino i genitori non abbiano trovato il bambino nel proprio letto. Si sarebbe alzato e sarebbe uscito. Anche da Grosseto sono partite squadre di ricerca del Soccorso alpino assieme alle unità cinofile.

Stanotte i tecnici del Soccorso Alpino hanno battuto varie zone tra cui un canale molto ripido e con macchia fitta. I tecnici lo hanno perlustrato calandosi con corde, a causa del terreno impervio.

Da stamani le ricerche proseguono con squadre miste formate dai tecnici dei vari Corpi e unità cinofile. Sono state allertate anche squadre del Soccorso Alpino da Emilia Romagna, Umbria e Marche.

Ieri il primo sorvolo dell’elicottero dell’Aeronautica con termocamera ha avuto esito negativo.

Sul posto si trova anche il mezzo logistico mobile, messo a disposizione dalla Direzione Nazionale del Soccorso Alpino, con sistemi all’avanguardia.

Conclusa senza esito la perlustrazione dei sommozzatori dei vigili del fuoco di Bologna e Livorno nel bacino vicino all’abitazione. L’operazione di ricerca da parte dei vigili del fuoco di Firenze è proseguita per tutta la notte con cinofili, droni a infrarossi e squadre.

Commenti