Quantcast

Le Rsa riaprono ai visitatori: tutto quello che c’è da sapere per andare a trovare i propri cari

Più informazioni su

GROSSETO – La Regione Toscana, con una recente ordinanza, ha riaperto le strutture residenziali per anziani, dando così la possibilità a familiari ed amici di andare a trovare i propri cari. Anche le strutture gestite dal Coeso Società della Salute, quindi, hanno attivato un procedura che consente, per chi rispetta determinati requisiti, di accedere all’interno dei locali.

Per poter visitare un proprio caro che risiede alla casa di riposo “Ferrucci” di Grosseto o alla Rsa “Le Sughere” di Casal di Pari (Civitella Paganico) o fare una breve uscita con lui è sufficiente contattare la struttura per fissare un appuntamento ed essere in posso di questi requisiti: aver effettuato la prima dose di vaccino, essere in possesso di un tampone molecolare o rapido con esito negativo, effettuato nelle 48 ore precedenti alla visita, o essere guarito dal Covid nei mesi precedenti alla visita.

In presenza di uno di questi requisiti, le persone interessate ad accedere – si consiglia massimo due per ogni ospite – dovranno sottoscrivere un patto di corresponsabilità e rispettare le norme anticontagio (come indossare la mascherina ed igienizzarsi le mani, ad esempio). Inoltre, la Regione Toscana mette a disposizione dei familiari la possibilità di effettuare tamponi gratuiti attivando una procedura tramite il portale regionale.

Per chi, invece, non fosse in possesso di questi requisiti rimangono valide le modalità di visita messe in atto negli ultimi mesi e quindi la “stanza degli abbracci” e gli incontri “schermati”.

Per informazioni è possibile rivolgersi direttamente alle strutture o contattare il centralino del Coeso allo 0564 43921

Più informazioni su

Commenti