Quantcast

Ex Paoletti: domani la presentazione del progetto di riqualificazione. Come seguirla

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Domani, martedì 15 giugno alle 21, nel giardino del palazzo comunale di Castiglione della Pescaia, rispettando le normative anti-covid, ed anche sulla pagina Facebook “Maremma in diretta”, sarà presentato il progetto di rigenerazione urbana dell’area ex Paoletti.

Alla serata, moderata dal giornalista Carlo Sestini, interverranno oltre ai tecnici incaricati, il sindaco Giancarlo Farnetani, l’assessore regionale Leonardo Marras e l’assessore al patrimonio della cittadina cositera, delegato al progetto speciale di riqualificazione dell’area ex Paoletti, Federico Mazzarello.

«Con soddisfazione – spiega Mazzarello – siamo oggi in grado di offrire ai nostri concittadini un progetto di rigenerazione urbana che ha messo al centro la nostra comunità e la storia del paese. Grazie al team di lavoro, che ha seguito l’elaborazione del masterplan dell’area ex-Paoletti, al quale va il mio più sincero ringraziamento, abbiamo potuto sviluppare un’idea progettuale che colloca in primo piano le esigenze dei cittadini e che offre una visione di Castiglione della Pescaia proiettata verso il futuro, partendo da elementi imprescindibili quali la sostenibilità sociale, economica ed ambientale».

«L’obiettivo – aggiunge l’assessore all’edilizia – non era quello di dar vita ad un semplice progetto di architettura fine a se stesso, ma bensì di creare una visione progettuale che rispondesse alle reali e concrete esigenze della comunità, ovvero offrire posti di lavoro e un ambiente inclusivo nel quale si possano trovare quelle condizioni indispensabili per favorire coesione sociale e territoriale».

«La grande sfida dei Comuni nei prossimi anni – precisano il sindaco Giancarlo Farnetani e l’assessore Federico Mazzarello – sarà sicuramente quella del reperimento delle risorse, soprattutto per poter operare spese d’investimento. Adesso, che i trasferimenti statali sono venuti meno, l’unica altra possibilità sono i bandi comunitari o nazionali e progetti come quello che andremo a presentare sull’area ex Paoletti è sicuramente in linea con le ultime normative».

«In questi anni – continuano il primo cittadino e l’assessore all’edilizia – abbiamo lavorato in modo concreto e consapevole alla redazione di numerosi progetti per il nostro territorio, in parte sono già stati finanziati grazie a queste procedure, facendo entrare più di tre milioni di euro nelle casse comunali, ed altri sono pronti per concorrere all’assegnazione».

«Dare nuova vita a spazi ed edifici pubblici con il duplice obiettivo di limitare al massimo il consumo di nuovo suolo, da una parte, e di migliorare la qualità della vita delle comunità rendendo questi spazi sicuri e fruibili dall’altra – commenta Leonardo Marras assessore all’economia ed al turismo della Regione Toscana – è l’obiettivo che muove le politiche regionali sulla rigenerazione urbana. Il progetto della ex Paoletti, a cui sta lavorando il Comune, va esattamente in questa direzione. Inoltre, Castiglione della Pescia è una delle località turistiche più note ed apprezzate della Toscana, quindi l’operazione di ripristino dell’area assume ancora maggior valore».

«Le linee guida tracciate dall’amministrazione comunale – precisano Farnetani e Mazzarello – per gli interventi nell’area ex Paoletti sono riassumibili in tre punti che vanno dalla creazione di un modello per la rigenerazione urbana, al progetto condiviso, passando dall’utilizzo del partenariato pubblico-privato».

«La nuova disciplina urbanistica regionale – concludono gli amministratori – fa del riuso e del contenimento del consumo di suolo la strategia principale delle politiche di governo del territorio. A tal proposito il Comune proporrà alla Regione un modello ed un progetto concreto, da prendere ad esempio anche per altre realtà regionali».

Commenti