Quantcast

La Guardia di Finanza ricorda l’atleta Cosimo Caliandro: domani una messa allo Zauli

GROSSETO – Oggi ricorrono 10 anni dalla prematura scomparsa dell’atleta Cosimo Caliandro.

“Cosimo rimase vittima di un incidente in moto, un’altra delle sue tante passioni, il 10 giugno 2011. Aveva 29 anni appena, tante gare ancora da vincere e due figli da crescere. Le Fiamme Gialle non lo hanno dimenticato”, spiegano dalla Guardia di Finanza.

“Sul campo di atletica a Castelporziano, sede del Centro Sportivo della Guardia di Finanza – proseguono dalle Fiamme gialle -, ai piedi del pennone della bandiera, c’è un piccolo monumento che lo ricorda, alla cui posa presenziarono la moglie Graziella e i due figli, Damiano e Cristian. Fu, quello, un momento toccante per tutti noi.

Domani a Grosseto, in occasione dei Campionati Italiani juniores e promesse di atletica, poco prima dell’inizio delle gare, verrà celebrata una messa in suffragio proprio su quel campo che lo vide giovanissimo protagonista il 22 luglio di 20 anni orsono. Quel giorno Cosimo, al termine di una bellissima gara, chiusa con il suo sprint finale mozzafiato, conquistò l’oro nei 1500 ai Campionati Europei Juniores. Uno dei tanti successi che hanno costellato la carriera di “Mimmo”, un atleta entrato di diritto, per i suoi risultati, nella centenaria storia delle Fiamme Gialle dell’atletica.

La messa sarà celebrata da Rodolfo Cetoloni, vescovo di Grosseto, domani venerdì 11 giugno alle ore 14 sul campo sportivo della città. Tutti coloro che volessero partecipare e ricordare Cosimo saranno naturalmente i benvenuti”, concludono dalla Guardia di Finanza.

Commenti