Quantcast

Anche le frazioni diventano pedonali: ecco le nuove Ztl. «Paesi più vivibili»

CIVITELLA PAGANICO – Il Comune di Civitella Paganico attiverà a partire dal prossimo 15 giugno le nuove ztl e apu (aree pedonali urbane) che riguarderanno tutte le frazioni del comune.

Si tratterà di un periodo di prova di due mesi che si concluderà il prossimo 15 agosto, salvo possibili proroghe. Lo scopo dell’Amministrazione è quello di valorizzare le unicità dei singoli borghi e di renderli più vivibili, come spiegato dalla sindaca

“L’amministrazione comunale intende modificare la vivibilità dei suoi borghi intervenendo sulla viabilità – afferma il sindaco Alessandra Biondi -. Si tratta di una scelta che guarda sia alle attività produttive e quindi all’economia del nostro comune, sia ai cittadini residenti e ai turisti che grazie a queste modifiche del traffico possono tornare a vivere in pieno gli spazi dei nostri paesi”.

Nel dettaglio le modifiche apportate interesseranno con le aree pedonali urbane la frazione di Paganico su tutto il perimetro di piazza della Vittoria e la frazione di Casale di Pari in piazza Milazzo e via Palestro (dalle ore 19 alle ore 24, ad esclusione dei residenti per l’accesso ai propri passi carrabili mezzi di soccorso e di polizia e i titolari di tagliando invalidi).

Le ztl invece riguarderanno la frazione di Civitella Marittima (all’interno del centro storico dalle 18 alle 24 ad esclusione dei residenti per l’accesso ai propri passi carrabili mezzi di soccorso e di polizia e i titolari di tagliando invalidi) e la frazione di Pari (inizio dall’intersezione tra via Cappucci e via Corta dalle ore 18 alle 24 ad esclusione dei residenti per l’accesso ai propri passi carrabili mezzi di soccorso e di polizia e i titolari di tagliando invalidi).

“Le decisioni prese dall’Amministrazione vanno in una tripla direzione – spiega ancora Biondi – innanzitutto sicurezza per i cittadini, sia residenti che non, che possono godersi a pieno i nostri borghi senza doversi preoccupare del traffico. Il secondo fattore che abbiamo tenuto in considerazione è quello del ritorno alla socialità, per riscoprire gli spazi dei nostri paesi stando finalmente insieme. Il terzo e ultimo aspetto riguarda la valorizzazione del nostro territorio, poiché un borgo senza traffico è sicuramente più bello per noi e per i turisti. I centri storici dei piccoli borghi meritano di essere vissuti e visitati in totale sicurezza-conclude la sindaca. Le scelte prese per la stagione turistica proseguono la linea di interventi già intrapresa dal comune nel recente passato con l’istituzione della “zona 30” e la concessione dei suoli pubblici. Tutte scelte che vanno nella medesima direzione”.

L’Amministrazione rende noto, inoltre, che gli uffici comunali e il comandante della Polizia Municipale saranno a disposizione dei cittadini per chiarimenti e indicazioni relative alle modifiche sopracitate.

Commenti