Quantcast

14 artisti e 14 serrande da trasformare in opere d’arte: Trame festival torna per le vie del centro

Dal 24 al 27 giugno, quattro giorni di arte e cultura nel centro storico di Grosseto

Più informazioni su

GROSSETO – Trame festival, manifestazione artistica di riqualificazione urbana organizzata da Clan con il contributo di Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze ed il sostegno del Comune di Grosseto, torna in città dal 24 al 27 giugno.

Clan ha lanciato nel mese di maggio una Call for Artist per trovare artisti che realizzeranno una serranda d’autore nel centro storico di Grosseto. Il bando ha ottenuto un grande successo: 65 artisti da tutta Italia hanno risposto alla call per partecipare alla seconda edizione del festival. Sono arrivate candidature di ottima qualità ed è stato stimolante per la commissione selezionare dei progetti artistici capaci di suscitare una riflessione sul tema del bando: la cura.
Un tema inteso nei suoi molteplici aspetti e sfaccettature: dal prendersi cura di sé stessi a curare le persone, i luoghi, gli spazi, fino alla mobilitazione per la trasformazione del nostro mondo.

«In questo momento così complesso e instabile – spiegano gli organizzatori – pensiamo possa essere utile sperimentare nuove pratiche per vivere al meglio le nostre città. Non abbiamo bisogno solo di vaccini e cure mediche, ma anche di cure per la nostra anima e per i luoghi che viviamo. Curare significa fare attenzione, avere premura, agire. Noi proponiamo l’arte e la condivisione come cura alla crisi sociale e relazionale, come buona pratica per far rivivere gli spazi urbani».

L’anno scorso, la prima edizione del progetto Trame ha coinvolto molti cittadini e soprattutto ha stimolato molti proprietari di fondi del centro storico, che quest’anno hanno voluto partecipare al festival concedendo ben 14 serrande da trasformare in opere d’arte.

Oltre alle opere su serranda, Trame ’21 propone anche tre laboratori creativi gratuiti per adulti e bambini, a cui sarà possibile partecipare previa prenotazione scrivendo a: info@collettivoclan.it. I laboratori si svolgeranno presso piazza Baccarini e Molino Hub, nuovo spazio gestito da Clan e Istituzione Le Mura all’interno della troniera del Molino a Vento sulle mura medicee.

Inoltre, in questa seconda edizione, una delle serrande sarà dedicata alla letteratura e al tema della Città Visibile 2021 – “Il Lavoro Culturale”, con un’opera della lettering artist Alice Mazzilli. Clan collabora infatti con il Polo culturale Le Clarisse e ha aderito al patto della lettura di “Grosseto città che legge”, e questa sarà solo una delle tante iniziative proposte dall’associazione per questo importante riconoscimento per la città.

Dal 24 al 27 giugno le strade di Grosseto ospiteranno quindi eventi, workshop e soprattutto 14 talentuosi artisti provenienti da tutta Italia, che andranno ad accrescere l’itinerario artistico iniziato nel 2020. Una “trama di tessuto creativo” che amplierà l’offerta culturale in modo pubblico e gratuito, per connettere la cittadinanza a spazi culturali e museali della città.

Durante il festival saranno distribuite le mappe per seguire gli artisti nelle vie del centro storico e tutti potranno restare aggiornati sugli sviluppi del festival attraverso i social network di “collettivo clan” e “molinohub” L’intento è quello di mettere in relazione la cittadinanza con modalità creative, permettendo incontri e condivisione, sempre nel rispetto delle norme sanitarie per il contenimento del virus covid 19.

Per informazioni visita il sito www.collettivoclan.it oppure scrivi a: info@collettivoclan.it

Più informazioni su

Commenti