Quantcast

A scuola va in scena “Romeo e Giulietta” in lingua inglese: qualche scena è in maremmano

Più informazioni su

GROSSETO – “Forse che quella che chiamiamo rosa cesserebbe d’avere il suo profumo se la chiamassimo con altro nome? Forse no o chissà”. Certo è che la rappresentazione teatrale Romeo e Giulietta realizzata interamente in inglese – con qualche scena in italiano, anzi in maremmano – dalla classe 2F della Scuola Secondaria Vico dell’Istituto Grosseto 5 ha preso le mosse da un’analisi attenta del testo del grande drammaturgo inglese, semplificata e resa accessibile grazie al lavoro comparato in Italiano ed Inglese delle insegnanti.

Lo spettacolo arriva come conclusione di un percorso didattico ed educativo piuttosto complesso, ma davvero stimolante: “In una fase preliminare noi insegnanti abbiamo svolto delle lezioni sia in italiano che in inglese sulla vita e il teatro di Shakespeare – commenta la professoressa Magnani – quindi è stato scritto il copione e progettata la realizzazione teatrale, con la particolare attenzione dovuta situazione di emergenza anti-Covid. Abbiamo provato in giardino al cospetto dei severi e divertiti bambini della Scuola Primaria di Via Rovetta, ed i ragazzi si sono ingegnati nel mettere in scena ciò che hanno studiato e perfezionato in classe. Peraltro nel giardino della Scuola primaria è presente una piccola terrazza, e dunque la location ci è sembrata davvero perfetta”.

Lo spettacolo, spassoso e divertente, è stato rappresentato alle classi quinte del Comprensivo 5 oggi, lunedì 7 giugno, e fa parte del progetto di continuità dell’Istituto Fratello Maggiore.

“Gli alunni delle medie offrono ai compagni più piccoli una lezione interattiva in inglese – sottolinea la professoressa Maestrini – che potrà servire ad arricchire il loro lessico e a condurre gli studenti della primaria dentro il mondo shakespeariano, senza disdegnare qualche contaminazione maremmana”.

“Intendiamo promuovere anche per il prossimo anno scolastico delle attività in continuità con la Scuola Primaria – continua Maestrini- che non solo valorizzano i ragazzi, grandi e piccini, ma anche il grande lavoro e la professionalità condivisa con tutte le insegnanti dell’IC5”.

La rappresentazione è stata resa possibile grazie al lavoro condiviso con tutti i docenti della classe 2F, che hanno dato il loro contributo alla messa in scena – anche musicale – dell’intero evento.

“Ci auguriamo che all’inizio del prossimo anno scolastico potremmo riproporre lo spettacolo anche ai genitori che si dimostrano sempre entusiasti e disponibili a qualsiasi proposta”, concludono le professoresse.

Più informazioni su

Commenti