Quantcast

Lavori di manutenzione sulla dorsale del Fiora: possibili interruzioni d’acqua in sei Comuni

GROSSETO – Manutenzioni programmate sulla dorsale Fiora. Tramite il telecontrollo e il puntuale monitoraggio del personale di AdF, sulla dorsale Fiora sono state individuate alcune perdite che, oltre a disperdere risorsa, potrebbero dare origine a guasti più complessi della condotta. AdF ha quindi messo in campo per martedì 8 giugno un piano con tre interventi in altrettante diverse zone, uno in località Selva Piana nel comune di Manciano e due in località Catabbio nel comune di Semproniano.

Le manovre di chiusura del flusso idrico inizieranno alle 7.30: oltre a una serie di azioni preparatorie programmate già per il giorno precedente, così da ridurre il più possibile i tempi dei lavori, AdF metterà in campo tutte le azioni necessarie ad annullare o mitigare notevolmente i possibili disservizi, tra le quali l’alimentazione dei serbatoi attraverso risorse idriche locali là dove disponibili.

Potranno comunque verificarsi temporanee riduzioni delle pressioni e delle portate ed eventuali sospensioni dell’erogazione di acqua, in relazione alla capacità di compenso dei singoli serbatoi e al fabbisogno idrico di quello specifico giorno, alle utenze situate nella zona di Villa Craxi nel comune di Orbetello, nella zona di Abbadia nel comune di Montalto di Castro e a partire dalle 12 circa nelle località Pescia Fiorentina, Monteti, Poggetti, Pianese e Capalbiaccio nel comune di Capalbio. Saranno inoltre interessate dalla temporanea sospensione del flusso idrico le utenze allacciate direttamente alla dorsale e situate nei comuni di Capalbio, Manciano, Monte Argentario, Orbetello e Montalto di Castro e in località Catabbio nel comune di Semproniano.

I lavori dovrebbero concludersi, salvo imprevisti, alle 16, successivamente inizieranno le manovre di riapertura del flusso idrico, che hanno tempistiche lunghe: l’acqua all’interno della dorsale deve infatti essere reimmessa lentamente, per evitare che una eccessiva pressione improvvisa danneggi le condotte.

Poiché la capacità di compenso dei serbatoi (e delle autoclavi delle singole utenze) varia a seconda della loro capacità di stoccaggio della risorsa, il ripristino del flusso idrico – che si stima torni regolare in tutto il territorio interessato intorno alle 20 – potrebbe presentare uno sfasamento temporale rispetto ai tempi indicati. Potranno inoltre verificarsi occasionali fenomeni di intorbidimento dell’acqua, che a partire dal ripristino del servizio rientreranno progressivamente con il passare del tempo.

Commenti