Quantcast

“Puccini insieme al Sommo Poeta”: ecco i vincitori del Concorso di composizione di musica corale

Più informazioni su

GROSSETO – Terminati i lavori della Giuria internazionale: ecco i risultati del Concorso di composizione di musica corale “Puccini nsieme al Sommo Poeta” organizzato dalla Società Corale Puccini di Grosseto

Durante il Concerto conclusivo delle celebrazioni del 700° anniversario dantesco, a fine novembre in occasione della Festa della Toscana, si svolgeranno le premiazioni e vi saranno le esecuzioni dei brani vincitori da parte della stessa Corale Puccini diretta dal maestro Walter Marzilli.

La Giuria,  composta da Walter Marzilli, direttore artistico del Concorso, e dai maestri Lorenzo Donati (Italia), Ivan Florjan (Slovenia), Valentino Miserachs Grau (Spagna) Mauro Zuccante (Italia), ha scelto:

CATEGORIA A
per Coro a voci miste da 4 a 8 voci, a cappella o con accompagnamento di pianoforte/organo

1° Premio NON ASSEGNATO

2° Premio “Preghiera di San Bernardo” con punteggio 80,8 di Marco Reghezza (1968), residente a Taggia (Imperia),

3° Premio “Padre nostro” con punteggio 76,00 di Fausto Fenice (1960) residente a San Fermo (Verbania).

Segnalati per particolare rilevanza compositiva e buona sapienza armonica:

– “Vergine madre, figlia del tuo figlio” di Ian Shaw (1960) residente a Londra,

– “Canto XXXIII” di Salvo Gangi (1974) residente a Scordìa (Catania).

CATEGORIA B
per Coro a voci miste fino a 4 voci a cappella

1° Premio “Luce” con punteggio 87,00 di Girolamo Deraco (1976) residente a Lucca,

2° Premio NON ASSEGNATO,

3° Premio “Tanto gentile e tanto onesta pare” con punteggio 77,6 di Mario Moi (1968) residente a Milano.

L’esperto dell’opera di Dante Alighieri, Letizia Stammati, così si é espressa prestando la sua consulenza alla Giuria: “Non si rilevano sui testi utilizzati per la composizione dei brani corali originali scorrettezze o travisamenti rispetto alle Opere Dantesche di riferimento. Nella trasposizione in musica dei versi scelti si è naturalmente fatto ricorso a ripetizioni di parole o frasi, alcune volte ad integrazioni con formule o passi tratti dalla Liturgia, la quale costituisce del resto una trama sottile dell’ispirazione che anima il Sommo Poeta. In altri casi sono state selezionate particolari terzine, poi riordinate secondo un percorso sempre coeso e rispondente alle intenzioni dell’Autore ed al significato del suo racconto. Alcuni componimenti consistono in partiture create su un numero esiguo di versi, dotati di particolare suggestione”.

 

Più informazioni su

Commenti