Quantcast

Giornata contro l’omotransfobia, il sindaco: «I diritti civili non hanno colore politico»

PIOMBINO – In occasione della giornata internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia del 17 maggio, il sindaco di Piombino Francesco Ferrari si è recato al gazebo allestito in piazza Verdi dal gruppo Piombino Rainbow, dove ha raggiunto la presidente Rosalia Di Falco e alcune commissarie della Cpo.

“Le battaglie per i diritti civili non hanno e non devono avere colore politico – ha detto Ferrari -. In questo delicato periodo storico, siamo tutti noi chiamati a una scelta di civiltà: occorre coesione e buon senso.

È necessario concepire le diversità come ricchezza, per una società più giusta e moderna, laddove i concetti di parità e uguaglianza debbano diventare elementi imprescindibili per compiere quell’essenziale miglioramento che la nostra Italia attende.

Continuiamo ad assistere, purtroppo, a molti, troppi episodi di omofobia che sfociano in violenze intollerabili per una società che si possa definire civile; è ora di risvegliare le coscienze di tutti e fare appello a quei valori di comprensione e tolleranza da sempre alla base del vivere democratico del nostro Paese.

Questa Amministrazione si batte per il superamento delle diversità e contro ogni forma di discriminazione”, conclude.

Nell’occasione, il Comune di Piombino ha esposto la bandiera arcobaleno in segno di solidarietà con la comunità LGBT+.

Commenti