Quantcast

Nuovo centro vaccinale, l’opposizione: «Decisione giusta, accolta in ritardo la nostra richiesta»

Più informazioni su

MANCIANO – La possibile apertura del centro vaccinale di Manciano fa felice l’opposizione. “Alcuni cittadini – rilega il gruppo Tradizione e Futuro – ci hanno segnalato che l’amministrazione Morini sta valutando l’apertura di un centro vaccinale presso il palazzetto dello sport di Manciano per un periodo compreso tra giugno e dicembre. Siamo ormai abituati alle modalità utilizzate da questa maggioranza che su decisioni importanti non si confronta né con i cittadini e men che meno con i membri di minoranza”.

“Ci fa piacere comunque constatare – afferma Tradizione e Futuro – che, con grave ritardo, il Sindaco Morini abbia accolto le richieste del gruppo di minoranza Tradizione e Futuro; ricordiamo infatti che, in occasione del Consiglio Comunale svoltosi il 18 marzo scorso, il nostro gruppo presentò una mozione chiedendo l’apertura di un centro vaccinale nel capoluogo.

Mozione che il sindaco si rifiutò di portare alla discussione del consiglio, annunciando successivamente sui social e sui giornali l’apertura di un centro di vaccinazione a Marsiliana.  Tutti sappiamo poi che le certezze dell’amministrazione furono smentite dalla conferenza zonale dei Sindaci sulla sanità che cassarono l’idea della Giunta Morini che voleva aprire un centro vaccinale a pochi chilometri da quello di Albinia e molto distante dall’area interna collinare di cui fanno parte anche le frazioni del nostro Comune.  Accogliamo quindi con favore la notizia, ma rimaniamo stupiti dal luogo scelto per l’apertura del centro; dal primo giugno il Governo ha deciso la riapertura delle palestre e il palazzetto di Manciano rappresenta l’unico luogo in cui i ragazzi possono riprendere l’attività sportiva interrotta da oltre un anno”.

“Aggiungiamo che tale eventualità – spiega Tradizione e Futuro – negherebbe l’utilizzo del palazzetto alla ripresa delle attività scolastiche di settembre; sembra che il sindaco e i suoi assessori non tengano conto dell’emergenza sociale, oltre che di quella sanitaria, e dell’importanza dello sport nella crescita psicologica dei nostri ragazzi, tanto più in un momento così buio e triste della loro vita. Ci chiediamo e chiediamo al sindaco come mai non sia stato individuato l’immobile del Nuovo Cinema Moderno di Manciano per ospitare il  centro vaccinale nei due giorni a settimana, locale restaurato e perfettamente a norma, per il quale la collettività paga regolarmente un affitto mensile, ma che è totalmente e inspiegabilmente inutilizzato da oltre due anni”.

Anche il Pd plaude alla decisione. “Dopo le offese e le denigrazione – spiegano il vicesegretario Mazzoli -ricevute dagli esponenti dell’amministrazione comunale, non ci siamo arresi e abbiamo continuato a lavorare nell’interesse dei cittadini concentrandosi sull’importanza di un centro di vaccinazione centrale per l’area collinare. Al contrario di come aveva dichiarato il sindaco Morini, la nostra richiesta è stata accolta e si sta dimostrando corretta e realizzabile, pur arrivando con molto ritardo”.

“L’aver affrontato anche il piano di vaccinazione con ragionamenti campanilistici e annunci trionfalistici poi smentiti dai fatti , è un atteggiamento che ci ha lasciato senza parole – spiegano i Dem – La mancanza di visione collettiva e la mancanza di ascolto del sindaco Morini porta sempre a soluzioni che non tengono conto delle esigenze della popolazione, infatti anche il luogo che sembra essere stato individuato a Manciano creerà un grande disagio”.

 

“Concludiamo soltanto con una domanda – affermano i Dem – Perché il sindaco Morini non si è battuto fin dall’inizio per aprire il centro di vaccinazione nell’immobile del Nuovo Cinema Moderno di Manciano, considerato che con opportuni interventi poteva rispettare tutti i requisiti richiesti”.

 

Più informazioni su

Commenti