Quantcast

Musica, teatro, narrazione e poesia: cultura protagonista con il festival “I luoghi del tempo”

Più informazioni su

    GROSSETO – Dal 29 maggio al 12 giugno è in programma il festival I luoghi del tempo. I luoghi del tempo nasce nel settembre 2012 da una collaborazione tra rete Museale della Provincia di Grosseto, Ad Arte Spettacoli srl e Pro loco Follonica. È nella filosofia del progetto il desiderio di unire arte, teatro, narrazione, musica e prodotti tipici del territorio, in contesti inediti, ricchi di storia e di fascino. Luoghi carichi di bellezza che non vengono stravolti, ma animati da proposte che ne rispettano il pregio ambientale , artistico e storico . Al tramonto, minimizzando il supporto di allestimenti tecnici e sfruttando la cornice naturale che la Maremma via via propone in questi paesaggi preziosi, si apre un dialogo tra arte, storia, natura e sapori con al centro protagonista assoluto, lo spirito di partecipazione. Luoghi poco conosciuti che vengono restituiti al tempo presente grazie anche a questo festival che propone grandi nomi del panorama nazionale e giovani artisti, incoraggiandone la collaborazione e favorendo il coinvolgimento di realtà locali. La complementarità dei vari generi è una caratteristica del Festival che unisce, spesso in una sola serata, narrazione, musica (classica, jazz, elettronica, popolare) e arte scenica; gli spettacoli sono in genere preceduti da incontri o passeggiate in compagnia di attori e scrittori che raccontano storie del territorio, recitano testi o condividono esperienze artistiche.

    Il Festival nel corso degli anni ha ospitato nomi del calibro di Paolo Poli, Massimo Carlotta, Stefano Massini, Federico Rampini, Giorgio Albertazzi, Moni Ovadia, David Riondino, Giuseppe Cederna, Dario Vergassola, Sergio Staino, Tomaso Montanari, Stefano Bartezzaghi, Marco Risi, Andrea Purgatori , Mariangella D’ Abbraccio, solo per citarne alcuni.

    Durante le serate, in collaborazione con alcune aziende locali di eccellenza, sono organizzati assaggi di prodotti tipici, anchessi parte integrante della cultura del territorio.

    Numerosi i luoghi visitati nelle passate edizioni – per citarne solo alcuni – sono scavi archeologici romani ed etruschi a Talamone e Vetulonia, siti di archeologia industriale come Terra Rossa di Scarlino, la miniera Marchi a Ravi (Zavorrano), Casa Rossa Ximenes (Castiglione della Pescaia), il Giardino d’arte contemporanea Viaggio di Ritorno (Buriano) e molti altri.

     

    Dichiarazioni

     

    “Turismo e cultura. Mai come quest’anno, in cui si celebrano i 700 anni dalla morte di Dante, si sente così distintamente la forza e la necessità di questo connubio, che è anche una delle chiavi per la ripartenza del settore.

    Spesso si parla di turismo slow, sono convinto che il festival I Luoghi del Tempo ne incarni perfettamente lo spirito: scoprire e riscoprire un territorio dai suoi angoli più nascosti che racchiudono tracce di storia, più o meno antica, unendo allo stupore il piacere di interpretazioni autentiche. Sono lieto di partecipare alla manifestazione per la prima volta nelle vesti di assessore al turismo della Regione Toscana, negli anni l’ho vista crescere, evolversi e diventare un punto di riferimento fondamentale dell’estate maremmana; complimenti a chi con coraggio ha deciso di crederci anche in questi mesi complessi, alla direzione artistica e ai Comuni, un bell’esempio di rete e condivisione ed un unicum nel panorama turistico locale e regionale che ci rende orgogliosi.”

     

    Leonardo Marras

    Assessore al turismo della Regione Toscana

     

    “La rete Grossetana delle Biblioteche, degli Archivi e dei Centri di Documentazione (Grobac) rinnova con piacere il proprio sostegno al festival “I luoghi del tempo” che si conferma, anno dopo anno, una manifestazione importante per riscoprire il territorio e luoghi poco conosciuti, spesso anche alle comunità locali.

    Il festival anima i luoghi che tocca attraverso storia, cultura, musica e arte, in compagnia di artisti, scrittori e musicisti di livello e permette a tutti noi di vivere in maniera nuova e diversa il ricco patrimonio storico e artistico della Maremma. A nome della Rete mi unisco agli altri soggetti che sostengono il festival, con la Regione Toscana in primis, per ringraziare gli organizzatori e augurare a tutto il pubblico di vivere dei bei momenti con questa rassegna di rilievo sociale e culturale.”

     

    Emiliano Rabazzi

    Presidente della Commissione di Sistema della Rete Grobac

     

    “Il Festival “I luoghi del tempo” e’ uno dei modi che ha la Maremma di parlare di sé stessa, offrendo momenti unici in luoghi bellissimi: passeggiate, dialoghi con artisti e autori, degustazioni e concerti. I luoghi scelti per le performance fanno parte essi stessi del tutto, entrano profondamente nella proposta artistica e divengono protagonisti insieme agli scrittori e ai musicisti. Il Parco Nazionale delle Colline Metallifere ha da sempre sostenuto questo progetto proprio perché promuove la valorizzazione del patrimonio culturale, la sostenibilità ambientale, la lentezza e la celebrazione della bellezza. Questo Festival è una occasione per scoprire, in un modo originale, i luoghi meno conosciuti del Parco e della Maremma.”

     

    Lidia Bai

    Presidente Parco Nazionale delle Colline Metallifere

     

    “Sono lieto di poter salutare l’undicesima edizione di questa bella manifestazione che l’amico Lorenzo Luzzetti riesce a confezionare col suo ben noto entusiasmo. Quest’anno il festival ricopre una importanza del tutto particolare perché, grazie alla ricchezza del programma, ci sprona a guardare avanti con un po’ di ottimismo e di entusiasmo dopo questi mesi così difficili. ‘I luoghi del tempo’ ci invitano a uscire dalle nostre case per uscire all’aria aperta e, questo è quello che più conta, a stare assieme per condividere una bellissima esperienza.

    La Toscana è ricchissima di realtà dinamiche e vivaci in ambito culturale che hanno sofferto moltissimo per la sosta obbligata di questi mesi. Ora è il momento di ripartire con l’entusiasmo e con la creatività che non sono mai mancate agli organizzatori del festival che stanno lavorando per il successo della manifestazione che ha davvero il sapore di una sfida.

    Fondazione CR Firenze è vicina a loro ed è certa che la sfida sarà vinta anche questa volta.”

     

    Luigi Salvadori

    Presidente Fondazione CR Firenze

     

    “Questa edizione de “I Luoghi del Tempo”, l’undicesima, l’abbiamo fortemente voluta per dare un segnale di ripresa, per testimoniare che incontrarsi, scambiare idee, condividere emozioni sono esigenze naturali dell’uomo e non verranno mai meno.

    Con cautela torniamo a scoprire luoghi ricchi di storie e bellezze paesaggistiche valorizzati grazie alla poesia, alla musica, ai racconti e ai sapori dei prodotti locali, anche essi parte integrante della cultura del territorio.

    Al tramonto, rispettando l’equilibrio ambientale di una Maremma lontana dai clamori estivi e da un turismo talvolta invadente, “I Luoghi del Tempo”, parte del più ampio progetto “Festival di Maremma”, vuole essere un invito alla scoperta di tesori nascosti ma anche di luoghi della fantasia, di libri, storie, musiche che suscitino emozioni e pensieri.”

     

    Il direttore artistico

    Lorenzo Luzzetti

     

     

    Programma I luoghi del tempo 2021

     

    Sabato 29 maggio EREMO DI SAN GUGLIELMO (Castiglione della Pescaia)

     

    Ore 18:00 Passeggiata con Piero Pelù (musicista, scrittore) e Fulvio Paloscia (giornalista) che presentano il libro “Spacca l’infinito” (Giunti editore) e con Irene Corti (archeologa) e Patrizia Guidi (Biblioteca comunale Italo Calvino)

     

    Ore 19:15 Concerto di Paolo Benvegnù

     

    Ore 20:00 Aperitivo con prodotti tipici del territorio

     

    Domenica 30 maggio PRATA (Massa Marittima)

     

    Ore 18:00 Passeggiata nel borgo con Marco Vichi (scrittore) e Luca Mantiglioni (giornalista) che parlano del libro “Il parco delle domande” (Edizioni KM) e con Mario Sica (storico)

     

    Ore 19:15 “Il Poeta” di Marco Vichi, con Lorenzo Degl’Innocenti (voce recitante), Michelangelo Scandroglio (contrabbasso) e Stefano Marini (chitarra)

     

    Ore 20:00 Aperitivo con prodotti tipici del territorio a cura di “Melosgrano”

     

    Martedì 1 giugno | TERRAROSSA (Scarlino)

     

    Ore 18:00 Passeggiata con Pino Strabioli (attore) e Roberto Incerti (critico teatrale) che parlano del libro “Sempre fiori, mai un fioraio, ricordi a tavola” (Rizzoli libri) e con Luca Salemmi (regista)

     

    Ore 19:15 Concerto di Remo Anzovino (pianoforte)

     

    Ore 20:00 Aperitivo con prodotti tipici del territorio

     

    Mercoledì 2 giugno | ABBAZIA DI SAN RABANO (Parco Regionale della Maremma, Gr)

     

    Ore 16:00 Passeggiata da Alberese (cimitero) a San Rabano con Vito Mancuso (scrittore, teologo) e Enrico Pizzi (giornalista) che parlano del libro “I quattro maestri” (Garzanti) e con Carlo Citter (archeologo) e Lucia Venturi (Presidente Parco Regionale della Maremma)

     

    Ore 18:30 Concerto Massimo Zamboni trio

    Massimo Zamboni (chitarra e voce), Cristiano Roversi (basso e tastiera), Erik Montanari (chitarra)

     

    Ore 19:15 Aperitivo con prodotti tipici del territorio

     

    Sabato 5 giugno | GAVORRANO

     

    Ore 17:30 Passeggiata nel borgo con Aldo Cazzullo (scrittore), Alessandra Casini (Direttrice Parco Nazionale delle Colline Metallifere) e Piero Simonetti (storico)

     

    Ore 18:30 “A riveder le stelle. Dante , il poeta che inventò l’ Italia” , monologo di e con Aldo Cazzullo

     

    Ore 20:00 Aperitivo con prodotti tipici del territorio a cura di “Melosgrano”

     

    Ore 20:30 Teatro comunale

    La musica barocca di “Ars Regia”: Bianca Barsanti (soprano), Stefano Agostini (flauto traversiere) , Alessandro Pierini (viola da gamba) , Cristiano Cei (chitarra barocca) , Dimitri Betti (clavicembalo)

     

    Domenica 6 giugno | CRIPTA DI GIUGNANO (Roccastrada)

     

    Ore 18:00 Incontro con Maria Soresina (saggista), Giovanni Guidelli (attore) e Flavio Fusi (giornalista) che parlano di “Dante e i movimenti spirituali del suo tempo“ e con Giulia Marrucchi (storica dell’arte)

     

    Ore 19:00 “Inferno, X canto “

    con Giovanni Guidelli (voce recitante) e Giuseppe Scarpato (chitarra)

     

    Ore 19,45 Proiezione film “Farinata, la 13a notte” di Giovanni Guidelli (Italia 2020, 21’) con Giovanni Guidelli , Gabriele Giaffreda , Gabriele Zini , Mirco Batoni , Francesco Grifoni , Maurizio Pistolesi e Sara Bocci . Supervisione sceneggiatura Maria Soresina.

     

    Ore 20:15 Aperitivo con prodotti tipici del territorio

     

    Sabato 12 giugno | ORBETELLO

     

    Ore 18:00 Piazza del Dumo. Passeggiata – incontro fino alla Polveriera Guzman con Alessandro Benvenuti (attore, regista), Emilio Guariglia (giornalista), Silvia Simonini (archeologa).

     

    Ore 19:15 Polveriera Guzman

    Concerto di Frida Bollani Magoni (pianoforte e voce)

     

    Ore 20:15 Aperitivo con prodotti tipici del territorio

     

     

    Più informazioni su

      Commenti