Quantcast

Campiglia apre a Monterotondo, Ticciati: «Sì all’ingresso nella Parchi Val di Cornia»

CAMPIGLIA MARITTIMA – La sindaca di Campiglia Marittima Alberta Ticciati interviene sulla discussione tra il sindaco di Piombino e il sindaco di Monterotondo in merito alla società Parchi Val di Cornia.

«Apprendo dalla stampa la discussione che si è originata tra il Sindaco di Monterotondo e quello di Piombino. Senza voler scendere nel merito della diatriba Parking pass si o Parking Pass no a Monterotondo Marittimo, vorrei però sollecitare una discussione che sarà mia cura riportare anche all’interno dell’Assemblea dei Soci, organismo di cui Campiglia M.ma fa convintamente parte sin dalla nascita della Parchi Val di Cornia Spa, in qualità di socio in possesso del maggior numero di quote subito dopo Piombino».

«Il Sindaco di Monterotondo Marittimo dichiara di aver richiesto di entrare nella Società Parchi e di essere ancora intenzionato a prendere parte a questo importante progetto di gestione dei beni storici, culturali e naturali, ma anche di pianificazione di un territorio largo. Apprendo oggi questa volontà e questa intenzione da parte del Sindaco Termine e dico ai colleghi soci della Parchi e ai vertici della Parchi stessa, accogliamo a braccia aperte questa proposta e lavoriamo per l’ingresso di Monterotondo nella Società, un obiettivo che peraltro sta alla base della nascita della Società stessa, quello di partire dal territorio della Val di Cornia per poi ampliarsi e diffondersi ai territori limitrofi».

«Un’opportunità di dare nuovo slancio all’attività della Parchi Val di Cornia Spa, nuovi beni da gestire, nuove entrate economiche, nuove realtà da raccontare, nuove attrattività da inserire nel sistema. Cogliamo dunque questa opportunità di riscoprire le fondamenta, le ragioni stesse della nascita di questo strumento che è diventato modello, non limitiamoci soltanto alla gestione di ciò che c’è ma dedichiamoci anche alla progettazione di una prospettiva di sviluppo di ciò che potrebbe essere, secondo una visione condivisa, coerente con questo territorio, capace di proseguire sul percorso faticosamente tracciato in questi anni grazie alla intuizione, alla volontà ed alla capacità di molti Amministratori che hanno avuto la forza ed il coraggio di guardare oltre il proprio confine comunale».

«Pertanto suggerisco di aprire una discussione all’interno dell’organismo preposto e valutare proprio alla luce di questo confronto anche la possibilità di dare continuità all’accordo tra Comune di Piombino, Parchi e Comune di Monterotondo, secondo il quale nel 2019, così come nel 2020, le agevolazioni legate alle possibilità di parcheggio sono state allargate anche al Comune di Monterotondo Marittimo.

Commenti