Quantcast

Ritorno all’agonismo e convocazione agli italiani per gli atleti dell’Extrema Fighting Club

FOLLONICA – Si è conclusa positivamente la trasferta a Lonato Del Garda (Brescia) per l’Extrema Fighting Club di Follonica. La squadra capitanata dal coach Paolo Andreini è tornata alle competizioni dopo quasi un anno e mezzo di assenza, causa Covid, e si aggiudica anche una convocazione per gli italiani. Hanno combattuto gli atleti Samuele Niccolai, Gioele Pazzaglia, Simone Tonini e Ambra Dinelli nell’Mma a contatto leggero.

Niccolai all’esordio perde ai punti contro un forte atleta azzurro ben più esperto mostrando comunque ottime doti da lottatore. Simone Tonini dopo il primo round dominato in maniera netta è costretto allo stop medico causa di un infortunio e Ambra Dinelli vince il suo match ai punti dominando l’avversaria nelle fasi di lotta in terra e percussioni.
Gioele Pazzaglia mette in atto una prestazione maiuscola stravincendo due match in maniera netta, portando a segno colpi precisi, takedown spettacolari e una sottomissione per strangolamento.

“La lunga assenza dalle competizioni si è fatta sentire – commenta il coach Paolo Andreini – nonostante tutto abbiamo dimostrato un’ottima condizione atletica e tecnica rimettendo in moto i motori in vista dei prossimi campionati italiani di sabato a Roma e il 23 maggio a Livorno”.

“L’Extrema Fighting Club – prosegue Andreini – ha appena inaugurato la nuovissima sede a San Vincenzo (Livorno) in una enorme location di 700 mq dotata tra l’altro di ring regolamentare, gabbia e di una sala crossfit per la preparazione atletica. La nuova sede si aggiunge alla storica sede di Follonica in piazza XXV Aprile che rimane un punto di riferimento per gli sport da combattimento”.

Commenti