Quantcast

Dà un anticipo di 2mila euro per comprare un’auto su internet ma rimane a mani vuote

RIBOLLA – Truffa ai danni di una donna residente a Ribolla (Roccastrada). Visto su internet l’annuncio di un’automobile, con foto e riferimenti all’apparenza del tutto genuini, decide di contattare il venditore, visto che il prezzo le è subito sembrato molto appetibile.

Il presunto venditore, tramite varie rassicurazioni, riesce a far sì che la donna versasse una caparra di ben 2mila euro. La donna, però, è rimasta a mani vuote: dalla sua denuncia, i Carabinieri sono risaliti a tre persone, residenti tra Monza-Brianza, Pisa e Roma, tutte denunciate per truffa aggravata in concorso.

Commenti