Quantcast

Castiglione è Bandiera blu per il 22esimo anno consecutivo

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Consecutivamente da ventidue anni sventola sui pennoni di Castiglione della Pescaia la Bandiera Blu. Sono, invece, arrivate a quota ventiquattro le nomination vincenti che può vantare la cittadina balneare da quando è stata creata dalla Fee (Foundation for Environmental Education) nel 1987.

Il centro turistico maremmano continua a far parte dell’alta classifica delle spiagge italiane di qualità alle quali ogni anno viene assegnato questo riconoscimento internazionale che valuta le acque pulite, i servizi e il rispetto dell’ambiente dei Comuni in tutto il mondo.

La notizia ufficiale della sua riconquista è stata resa nota pubblicamente questa mattina, lunedì 10 maggio, giorno in cui a Castiglione della Pescaia si festeggia San Guglielmo di Malavalle, il patrono del paese, durante la diretta Facebook, organizzata dalla Fee e riservata ai soli amministratori e funzionari, che ha visto partecipare la vicesindaca con delega anche all’ambiente, Elena Nappi e l’ingegnere Donatella Orlandi responsabile dell’ufficio Ambiente, alle quali è stata formalizzata la conferma del prestigioso marchio di qualità ecologica per la conduzione sostenibile del territorio.

Nel 2021 sono ben 385 le spiagge sulle quali sventola la Bandiera Blu e la Toscana, con le sue 19 località premiate, vanta la medaglia d’argento nel podio nazionale seconda solo alla Liguria.

«Un obiettivo mai scontato – spiega Nappi – quello che annualmente riusciamo a centrare e questa conferma rappresenta per l’Amministrazione comunale di Castiglione della Pescaia l’attestazione degli sforzi e degli eccellenti risultati raggiunti e mantenuti in ambito ambientale, offrendo di fatto un biglietto da visita notevole per la qualità ed i servizi delle nostre spiagge».

«La Fee – spiega la vicesindaca delegata all’ambiente – ha positivamente valutato il nostro rispetto dei requisiti necessari a rendere gli arenili luoghi sempre più adeguati alle esigenze, vecchie e nuove, di cittadini e turisti che ci scelgono per le loro vacanze, una priorità portata avanti nel pieno rispetto di tutti i protocolli sanitari richiesti in questo particolare momento pandemico».

«L’Amministrazione – puntualizza l’assessora – è molto orgogliosa dell’ottenimento di questo ambizioso vessillo conquistato grazie alla perfetta sinergia del lavoro portato avanti da tutti i settori comunali e da quello svolto dagli operatori dell’accoglienza balneare, dalle attività turistico-ricettive e dai castiglionesi».

«La Fee Italia – aggiunge Nappi – assegnandoci questo riconoscimento gratifica l’impegno profuso nel ruolo di amministratori pubblici, soprattutto perché riuscire a tutelare l’ambiente in cui viviamo e migliorare la qualità della vita della nostra comunità rappresenta uno stimolo per continuare a lavorare e programmare sempre meglio una corretta crescita socio-ambientale del territorio».

«Una sfida accettata, anno dopo anno – conclude Elena Nappi – mettendo insieme suggerimenti, consigli e perfino critiche, raccogliendo soddisfazioni e apprezzamenti, nonostante le difficoltà incontrate nello svolgere qualsiasi tipo di attività negli ultimi due anni per il protrarsi delle limitazioni causate dell’emergenza Covid-19, che questa amministrazione ha saputo gestire adottando scelte ambientali atte a favorire la crescita del nostro settore turistico».

Commenti