Quantcast

Lavori sulle spiagge: sarà utilizzata la sabbia del fiume

CASTIGLIONE DELLA PESCAIA – Sul litorale castiglionese durante lo scorso inverno si è verificata l’evidente modifica della linea di battigia con forte perdita di superficie sabbiosa e per ripristinare le condizioni normali si sono rese necessarie progettazioni di interventi straordinari utilizzando sia le sabbie provenienti dall’eccezionale accumulo avutosi nell’area della foce del fiume Bruna, che quelle a ridosso, lato destro, del pennello soffolto del porto canale.

Il Consiglio comunale di Castiglione della Pescaia nella seduta dello scorso 31 marzo aveva approvato, per ovviare agli effetti degli eccezionali eventi meteorologici verificatisi, gli interventi di riprofilatura straordinaria delle spiagge, che sono finanziati anche con un contributo di 670mila euro dalla Regione Toscana.

L’esecutivo guidato dal sindaco Giancarlo Farnetani ha dato immediatamente mandato agli uffici che hanno suddiviso le lavorazioni in cinque lotti funzionali ed i primi due a partire saranno nei prossimi giorni quelli sul fiume Bruna dove è previsto lo scavo e il trasporto della sabbia del versante demanio fluviale e di quello marittimo, che prenderà posto negli arenili in quanto è omogenea, sia da un punto vista granulometrico che di colore.

«Fabio Menchetti, responsabile del settore Patrimonio – spiega il sindaco Giancarlo Farnetani – con una serie di atti determinativi ha potuto lavorare su un quadro economico complessivo delle opere che ammonta a 719mila euro. Lo scorso lunedì, in un’apposita conferenza di servizi è stato acquisito l’assenso da parte degli enti interessati alla messa in sicurezza di tutta la linea di costa, la Giunta comunale ha approvato il giorno seguente il progetto esecutivo e mercoledì 5 maggio sono stati consegnati alle prime ditte i lavori».

«Per raggiungere i 3 lotti delle spiagge soggette a riprofilatura – anticipa Farnenteni – quella del centro di Castiglione, di punta Capezzolo e di Rocchette saranno previste modifiche alla viabilità nella zona di ponte Giorgini da dove si calcola che i camion effettueranno in media circa cinquanta viaggi durante il giorno e transitando per la panoramica evitando di attraversare il centro del paese».

«Si concretizza – afferma Farnetani – assieme alla Regione Toscana, un altro investimento importante per il nostro territorio. L’intervento di riprofilatura è un’operazione cruciale per l’economia di Castiglione della Pescaia».

«Il fenomeno erosivo – spiega il primo cittadino – purtroppo è una forte minaccia per la costa Toscana che mette in seria difficoltà il turismo balneare e il comparto economico che ne deriva. A questo quadro di complicazioni è però possibile fare fronte con altri interventi strutturali, già proposti dal parlamentino toscano anche per quanto riguarda la nostra realtà. Siamo in attesa di ricevere entro la fine del mese la decisione del Tar, che dovrà pronunciarsi sulla richiesta di annullamento presentata dal comitato Save The Coast-Ets sul progetto della Regione Toscana di ripascimento e riequilibrio del litorale di Castiglione della Pescaia, proposto dal Comune, che prevede la costruzione di “pennelli” in mare, verso nord dal golfo del porto a Rocchette».

«Stiamo portando avanti – conclude Farnetani – un dialogo con tutti i soggetti interessati, le istituzioni, soggetti pubblici e privati con la precisa intenzione di offrire all’industria del turismo i benefici che tutti quanti ci attendiamo da questo settore».

Commenti