Quantcast

Grechi confermato alla presidenza della cooperativa del Morellino di Scansano. Eletti anche due vicepresidenti

SCANSANO – Si è tenuta nei giorni scorsi l’assemblea ordinaria dei soci della cantina cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano per l’approvazione del bilancio chiuso al 31 agosto 2020. L’assemblea, contrariamente agli anni passati, si è svolta ospiti presso Fattoria La Principina, per poter garantire il distanziamento reso necessario dall’emergenza pandemica. Nella stessa occasione si è tenuta l’elezione del nuovo consiglio di amministrazione che ha visto confermare il ruolo di Presidente della Cantina assegnato ormai da 13 mandati a Benedetto Grechi, che ha commentato: “Sono molto felice di questa rinnovata fiducia arrivata con un consenso del 96% da parte dei soci della cantina perché questo è il primo anno in cui la votazione si è svolta non per alzata di mano ma a scrutinio segreto. Una novità per tutto il contesto cooperativo maremmano.”

Oltre al presidente, confermati anche i due vicepresidenti, Paolo Gobbi e Riccardo Fusini e la presenza nel comitato esecutivo di Alessandro Fiorini. Nel nuovo consiglio di amministrazione entrano anche due nuovi soci, Marco Galli e Adriano Tiberi.

cantina cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano

Si è votato anche per l’approvazione del bilancio chiuso al 31 agosto 2020. Un bilancio che, sebbene in un anno difficile per tutti, si è chiuso in modo positivo con un aumento del fatturato del 7,87% rispetto al precedente esercizio, superando i 13 milioni di euro pur con una leggera diminuzione del prezzo medio a bottiglia. Ciò è facilmente ascrivibile all’aumento delle vendite nella grande distribuzione (+20%) rispetto alla ristorazione. Quest’ultima è stata costretta a chiudere per lunghi periodi a causa delle misure restrittive segnando un -14% con i clienti diretti e un -9% con i grossisti a fronte di una crescita del 2% nel primo trimestre, vale a dire subito prima dell’inizio della pandemia. “Siamo invece molto felici dei riscontri avuti con l’export,” commenta Sergio Bucci, Direttore della Cantina, “dove pure in un anno così difficile siamo cresciuti del 12%. Questo dato è legato al consolidamento dei rapporti su alcuni mercati e alla forte crescita nel primo semestre di altre iniziative commerciali a livello internazionale.

Per quanto riguarda il punto vendita – penalizzato ovviamente dalle lunghe chiusure – e l’e-commerce, sono da evidenziare due aspetti interessanti: da un lato l’aumento del fatturato delle visite in cantina, un’opportunità molto apprezzata dal pubblico in quest’anno di turismo di prossimità, passando circa 6 mila euro a oltre 26 mila euro di fatturato; dall’altro l’aumento delle vendite dal nostro sito e-commerce in linea con quanto accaduto in tutto il settore, che ha segnato un +125% delle vendite.

Commenti