Quantcast

Il Consiglio comunale approva il bilancio. «Tariffe invariate. Gratuiti trasporto scolastico e libri di testo»

SCARLINO – Il Consiglio comunale di Scarlino ha approvato il bilancio preventivo e il Documento unico di programmazione relativi al triennio 2021-2023. Entrambi gli atti sono stati approvati con 8 voti favorevoli (maggioranza), un contrario (Fratelli d’Italia) e tre astenuti (Pensiamo Scarlino, Per Scarlino, Scarlino Insieme).

«L’obiettivo principale del 2021 – ha dichiarato l’assessore al Bilancio Letizia Canepuzzi – è stato quello di garantire lo svolgimento delle attività fondamentali dell’ente, confermando le misure straordinarie a supporto della popolazione attivate nel 2020. Abbiamo deciso di mantenere invariate tutte le aliquote e le tariffe, concedendo nuove esenzioni per le attività produttive dell’intero Comune. Inoltre sono stati rideterminati i valori di riferimento delle aree con potenzialità edificatoria ai fini dell’imposta Imu. È stata confermata la fornitura gratuita dei libri di testo agli studenti iscritti alla scuola secondaria di primo grado di Scarlino, mantenendo anche la gratuità del servizio di trasporto scolastico. Sono stati incrementati i fondi per sostenere le spese di locazione e per le attività culturali e turistiche, stando sempre attenti ai finanziamenti messi a disposizione dagli enti superiori. Per quanto riguarda i permessi a costruire siamo riusciti a diminuire l’utilizzo dei proventi per le spese correnti per arrivare nel 2023 a destinarli completamente alle spese in conto capitale. L’ente ha ottenuto anche nel 2021 la registrazione Emas e sono proseguite le attività rivolte all’efficientamento energetico».

Per quanto riguarda le opere pubbliche, oltre alla riqualificazione urbanistica del Puntone economicamente sostenuta dalla concessionaria del porto turistico, gli investimenti programmati per il 2021 riguardano principalmente la manutenzione straordinaria degli immobili comunali (circa 30mila euro), il completamento della messa in sicurezza del cimitero comunale (circa 45mila euro), il miglioramento delle condizioni delle strade – tra cui la sistemazione degli attraversamenti pedonali nella frazione di Scalo – (circa 200mila euro) e la realizzazione della pista ciclabile sul canale Allacciante (30mila euro). Altri progetti riguardano la manutenzione del litorale e il ripristino di Terra Rossa – finanziati con contributi regionali pari a circa 180mila euro –, l’installazione delle Case dell’acqua (5.300 euro), il miglioramento dell’arredo urbano del centro storico (25mila euro).

«Abbiamo dovuto dare priorità alle manutenzioni straordinarie – conclude il sindaco Francesca Travison – visto lo stato in cui versavano gli immobili di proprietà comunale, tra cui il cimitero e i tetti delle scuole. Programmare quindi nuove opere pubbliche è stato praticamente impossibile: nel contempo, dopo vent’anni, siamo riusciti a far partire i lavori al Puntone e abbiamo assicurato e reso in parte gratuiti i servizi alla cittadinanza per sostenere la comunità in un momento difficile».

Alla fine dell’assemblea il sindaco Travison ha ricordato a nome di tutta la comunità, Marco Barberini, scarlinese scomparso alcuni giorni fa a causa di una malattia.

Commenti