Quantcast

Maremma Magazine: in edicola ed on line il numero di maggio

Più informazioni su

GROSSETO – È davvero un bel traguardo quello che raggiunge questo mese la rivista Maremma Magazine. Il mensile di informazioni turistiche e culturali dedicato alla Maremma, alla sua gente, alle sue bellezze, alle sue eccellenze, diretto da Celestino Sellaroli, con l’edizione di maggio (già in edicola ed on line), approda infatti al 200esimo numero.

“Maremma Magazine, dopo aver raggiunto la maggiore età (nel marzo scorso) – sottolinea proprio il direttore, nonché editore, Celestino Sellaroli – con il numero di maggio, raggiunge quota 200: duecento numeri in 18 anni di storia per raccontare una terra che non smette mai di regalare sorprese, duecento volte in cui la redazione ha provato l’emozione di vedere il proprio lavoro prendere forma cartacea, duecento occasioni in cui ci è stato dimostrato affetto e apprezzamento. Ecco perché questo traguardo non è soltanto nostro, ma di tutti i lettori, delle aziende, delle realtà del territorio che in questi anni hanno creduto nel progetto Maremma Magazine e ci sono stati vicini”.

maremma magazine maggio 2021

Tantissimi anche in questo numero i servizi, gli approfondimenti ed i focus nelle 132 pagine della rivista, che dal 2003 racconta la nostra terra e tutto ciò che di bello offre dal punto di vista turistico, culturale, enogastronomico, storico, degli eventi e altro ancora.

L’apertura è un viaggio ideale alla scoperta delle spiagge più incantevoli della costa maremmana. Un bel tour, da Follonica a Capalbio, volto a dar luce ad alcune delle perle più preziose di una terra ricca di paesaggi estremamente variegati, imbevuti di storia e tradizioni e di una bellezza unica.

Da citare poi sono due interviste: la prima ad Elena Nappi, vicesindaco del Comune di Castiglione della Pescaia, il volto femminile, nobile e bello, della politica con la “P” maiuscola; la seconda al colonnello Cesare Antuofermo, alla guida del comando provinciale della Guardia di Finanza di Grosseto impegnato a preservare sicurezza e legalità, in una terra incontaminata come la nostra bella Maremma.

In materia di eventi segnaliamo il focus sul decennale di Morellino classica, il festival che unisce la grande musica alle bellezze del territorio e la presentazione della mostra “Primo Conti, le variabili del colore”, che verrà inaugurata il 22 maggio – pandemia permettendo – in Clarisse a Grosseto per proseguire fino a settembre. Curata dalle professoresse Anna Mazzanti e Susanna Ragionieri, l’esposizione è organizzata dal Polo Culturale Le Clarisse di Fondazione Grosseto Cultura e dal Comune di Grosseto.

In evidenza, sul fronte enologico, il servizio sulla seconda edizione del Vermentino Grand Prix, la kermesse organizzata dal Consorzio Tutela Vini della Maremma Toscana che ha visto la partecipazione di 67 vini. Tra questi, la giuria – composta dai ristoranti stellati della provincia e dai delegati delle associazioni sommelier locali – ne ha selezionati dieci.

Nel numero di maggio si parla poi di cicloturismo con la seconda tappa degli itinerari turistici da percorrere in bicicletta sulle strade della Maremma grossetana, tratti dalla guida “Cicloturismo in Maremma”, che porta in questo caso ad esplorare “Roselle e la via Clodia in MTB sulle tracce degli Etruschi”.

Le tavole artistiche di Massimo Tosi ci portano a Scarlino, piccolo borgo maremmano che si erge su di una collina poco distante dal mare dominando dall’alto, con il suo castello, il golfo di Follonica.

L’Itinerario del mese è invece dedicato a Buriano, ai suoi dintorni e al suo inscindibile legame con il Santo Patrono Guglielmo.

Per la rubrica «Aziende al Top | Storie di imprese e di imprenditori di Maremma» l’approfondimento è per Internetfly, agenzia di comunicazione e marketing con alle spalle 24 anni di attività.

Per la rubrica «Di vino in cibo | I protagonisti dell’enogastronomia maremmana» spazio a Sequerciani e alla sua esperienza come laboratorio “green” in agricoltura in Maremma.

Infine, «Il vino del mese» è il Monteverro, vino di punta dell’omonima azienda che lo produce dalle parti di Capalbio, nel cuore della Maremma Toscana: un vero premier grand cru maremmano, ottenuto dai vitigni bordolesi classici Cabernet Sauvignon 40%, Cabernet Franc 35%, Merlot 15%, Petit Verdot 10%, ma con l’inconfondibile carattere della costa toscana.

E questi sono solo alcuni dei servizi contenuti nelle 132 pagine del nr. di maggio, tutte da sfogliare e godere.

Maremma Magazine è in vendita in tutte le edicole della provincia di Grosseto e nella zona della Val di Cornia (basso livornese), e si può acquistare e leggere anche on line attraverso la piattaforma digitale raggiungibile da questo link: https://goo.gl/pG3sGP che consente appunto di acquistare e leggere la copia digitale, da PC, tablet e smartphone. Buona lettura

In copertina, Cala Violina (Scarlino). Foto di Lorenzo Biagini.

Più informazioni su

Commenti