Quantcast

Farmacie comunali, oltre 960mila euro di utili: «Una somma importante che aiuterà l’economia grossetana»

Confermato il Cda e premio ai dipendenti

GROSSETO – Farmacie comunali: c’è piena soddisfazione nell’assemblea dei soci che ha visto l’approvazione del bilancio consuntivo per il 2020. Sebbene l’anno si sia aperto con l’emergenza pandemica, nel corso del quale il management ha dovuto affrontare una limitata capacità di programmazione, a fronte dell’indeterminatezza dettata dagli esiti dell’emergenza sanitaria, i risultati di esercizio sono stati importanti ed hanno confermato, ancora una volta, la bontà del lavoro di una realtà solida ed efficiente, perfettamente inserita nel tessuto sociale ed economico in cui opera, capace di offrire un servizio al cittadino di altissimo livello, oltre a generare nuova ricchezza.

I numeri parlano chiaro: gli utili di esercizio lordi si sono attestati sulla considerevole cifra di 965,858 euro (681.145 al netto delle imposte). E’ proprio grazie a questi numeri che vengono coperti i costi del servizio notturno e quelli del dispensario di Batigano. In sostanza maggiore fruizione oraria e capillarità territoriale, senza alcun costo aggiuntivo a carico dell’utenza.

Nonostante le difficoltà del momento, l’impegno dell’intera organizzazione non è tra l’altro venuto meno. Anzi, per soddisfare le diversificate e mutate esigenze dei cittadini a causa dell’emergenza Coivd-19, molti servizi all’utenza si sono rafforzati. Tra questi il servizio di consegna a domicilio (attivabile chiamando il numero 800 60 8337) completamente gratuito, che ha registrato una forte impennata, ed il servizio di prenotazione e ritiro presso la Farmacia n. 3 di via Dei Mille (aperta 7 giorni su 7, h24). Servizi pensati per ridurre al minimo rischi di assembramento e supportare le fasce di popolazione con limitate capacità di movimento.

Gli utili generati saranno interamente destinati ai soci e al Fondo di Riserva Straordinario.

Nuova linfa dunque per le casse comunali grazie alla quale potranno essere approntati nuovi investimenti a beneficio dell’economia cittadina e della collettività.

Oltre al buon esito dell’attività gestionale, nel 2020 Farmacie Comunali Riunite di Grosseto – società controllata al 50,6% dal Comune di Grosseto con il socio privato Farvima (49%) e la partecipazione del Comune di Scansano (0,4%), che gestisce sei farmacie in città più un dispensario a Batignano – ha visto il rinnovo del mandato al Consiglio d’amministrazione, composto dal presidente Leonardo Lazzerini, con l’amministratore delegato Simona Laing, il vicepresidente Sandro Marrini e i consiglieri Francesca Peri, in rappresentanza del Comune di Grosseto, e Renato De Falco, in rappresentanza del socio privato.

“Nonostante le pesanti difficoltà legate alla pandemia – commentano il sindaco Antonfrancesco Vivarelli Colonna e l’assessore alle Partecipate, Giacomo Cerboni – il bilancio delle Farmacie Comunali è riuscito a reggere bene il colpo, portando anche quest’anno una somma importante nelle casse comunali, che potrà essere destinata a sostenere l’economia del territorio piegata dalla crisi e dalle chiusure. Ringraziamo tutti i dipendenti per i servizi che sono riusciti a garantire ai cittadini in questa difficile fase che stiamo vivendo a causa del Coronavirus e anche il cda per il lavoro che sta portando avanti e che conferma la bontà della sinergia attivata con il privato”.

“La situazione generale continua ad essere molto difficile, i primi mesi del 2021 hanno fatto registrare un calo delle entrate importante – conferma l’amministratore delegato Simona Laing – ma nonostante questo l’azienda si è impegnata a mantenere tutti i servizi e si sta preparando, grazie al personale farmacista, a poter effettuare i vaccini anti-covid appena la normativa darà lo start”.

“L’attività nel suo complesso, al di là della contingenza legata all’emergenza pandemica, ha segnato dei risultati soddisfacenti – conclude il presidente del cda, Leonardo Lazzerini – non soltanto in ragione dei numeri raggiunti, ma soprattutto del rafforzamento del ruolo giocato dalle Farmacie Comunali all’interno del contesto socio demografico. Un ruolo strategico che ha saputo coniugare la capacità di generare ricchezza a quella di erogare servizi in linea con le aspettative dell’utenza. Scelte come quelle di rivedere i canoni di affitto degli studi medici, della piena operatività del magazzino all’ingrosso di via Inghilterra, hanno contribuito non poco a rafforzare la redditività dell’azienda. Tra l’altro pure quest’anno, anche in considerazione dell’impegno profuso nei lunghi mesi di emergenza sanitaria, riconosceremo un premio di partecipazione a tutti i dipendenti”.

Commenti