Quantcast

Con la “Settimana civica” a scuola si promuove la cittadinanza attiva fotogallery

GROSSETO – La Provincia di Grosseto ha aderito alla “Settimana civica” in programma fino al 25 aprile. L’obiettivo è quello di valorizzare e promuovere l’educazione civica per formare cittadini responsabili e attivi, promuovendo la loro partecipazione attiva alla vita civica, culturale e sociale della comunità.

L’Amministrazione provinciale, attraverso la consigliera con delega alla Scuola Olga Ciaramella, ha dato il proprio contributo con una serie di incontri con gli studenti degli istituti superiori e con i loro insegnanti.

“In questi giorni – spiegano il presidente della Provincia, Antonfrancesco Vivarelli Colonna e la consigliera Olga Ciaramella – siamo stati presenti negli istituti come Amministrazione per affrontare con i ragazzi e con i professori temi scottanti tra cui la violenza sulle donne, il razzismo, i brutti episodi di maleducazione avvenuti nelle scuole, il bullismo e il cyberbullismo, l’uso di sostanze stupefacenti, il rispetto verso l’ambiente e gli animali, gli atti di vandalismo contro il patrimonio artistico e culturale e tanto altro. Si tratta di un impegno che ci riguarda tutti in quanto cittadini e ringraziamo presidi, docenti e ragazzi per l’interesse dimostrato. Ci teniamo a ringraziare gli studenti per il forte interesse che hanno mostrato nel corso degli incontri e gli insegnanti e i dirigenti scolastici per la grande disponibilità, con l’augurio che questo tipo di scambio tra scuola e istituzioni possa continuare”.

Gli incontri hanno coinvolto il liceo Rosmini, l’istituto Fossombroni, l’istituto Manetti-Porciatti e il Polo Bianciardi, per un totale di circa 140 ragazzi.

La “Settimana civica è dedicata alla memoria di Luca Attanasio, ambasciatore italiano nella Repubblica democratica del Congo, ucciso in un agguato a Goma lo scorso febbraio.

Commenti