Quantcast

Grosseto, missione compiuta: Pro sesto battuta e salvezza conquistata

Più informazioni su

GROSSETO – Obiettivo raggiunto. Il Grosseto batte di rimonta la Pro sesto e conquista l’obiettivo stagionale, con due giornate d’anticipo, lasciando adesso spazio a un finale che potrebbe far togliere alla truppa biancorossa altre grandi soddisfazioni. Piccoli pareggia il gol di Gualdi, a fine primo tempo, mentre Galligani segna il suo decimo gol stagionale tra i professionisti e Chiorra, altro protagonista di giornata, chiude la porta blindando il successo.

Foto di Paolo Orlando

Mister Magrini ritrova Moscati, anche se inizialmente in panchina e con la maschera, mentre tra i pali Barosi non ce la fa ancora e al suo posto va Chiorra, con capitan Ciolli e Polidori centrali, Raimo e Campeol sulle fasce. Vrdoljak si piazza come di consueto davanti alla difesa, con Sersanti e Piccoli a fare da mezz’ali e Sicurella trequartista. In attacco l’uomo del momento, Galligani, insieme a Merola. Dopo 9’ arriva il primo assalto biancorosso, nato da una giocata di Raimo e proseguito con una serpentina di Galligani e un colpo di testa in area di Ciolli, che l’arbitro interrompe per un presunto fallo. Ci prova al quarto d’ora Vrdoljak, su punizione, ma Livieri è bravo a chiudere in angolo. Risponde la Pro sesto qualche minuto dopo con D’Amico che a tu per tu con Chiorra non riesce a trovare la rete per la prodezza del portierino biancorosso. Prodezza che ripete al 20’ chiudendo su Scapuzzi sul primo palo. Alla mezz’ora, sugli sviluppi di un corner, gli ospiti recriminano per un’azione dubbia chiedendo il gol, mentre l’arbitro fa segno di proseguire e sull’azione successiva Galligani in contropiede rischia di regalare il vantaggio al Grosseto. Vantaggio che invece, al 35’, arriva a favore degli ospiti con un colpo sotto porta di Gualdi che batte Chiorra. Il pareggio dei maremmani arriva però all’ultimo tuffo con l’angolo di Vrdoljak che pesca davanti porta la testa di Piccoli: Livieri è battuto e si va al riposo sull’1-1. Partono forte gli ospiti che dopo 7’ arrivano in area e cercano il tiro con D’Amico, ma Ciolli in scivolata è bravo a chiudere. Al 10’ grande lancio di Piccoli per Galligani, che s’accentra e scarica per Sicurella; il trequartista serve Raimo che va al tiro ma il pallone finisce alto. L’azione dopo porta la firma del nuovo entrato, Fratini, che trova un corridoio centrale e prova il tiro che finisce tra i guanti di Livieri. Due minuti dopo ancora Fratini, stavolta ottimamente servito da Sersanti, ci riprova ma il portiere ospite blocca. Cominetti al 25’, in contropiede, prova a cercare la porta, ma Chiorra chiude. Al 26’ Cretella si spinge in area, calcia e il pallone finisce sul braccio di Gattoni: l’arbitro indica il dischetto. Dagli undici metri Galligani non sbaglia e porta in vantaggio il Grifone, segnando il decimo gol in campionato. Un gol importantissimo, che regala la matematica salvezza in Lega pro al Grifone.

 

GROSSETO-PRO SESTO 2-1

GROSSETO: Chiorra, Raimo, Polidori, Ciolli, Campeol (33’ st Kalaj), Vrdoljak, Sersanti (33’ st Simeoni), Piccoli (11’ st Fratini), Sicurella (23’ st Cretella), Galligani, Merola (11’ st Russo). A disposizione: Barosi, Giannò, Moscati, Gafà, Consonni, Fregoli. All. Magrini.

PRO SESTO: Livieri, Maldini, Gattoni, Palesi (32’ st Marchesi), Gualdi, Scapuzzi, Caverzasi, Bosco, Maffei (21’ Cominetti), Franco (45’ st Ruggiero), D’Amico. A disposizione: Del Frate, Pecorini, Di Munno, Ntube, Bertoli, Giubilato, Bocic, Magonara. All. Filippini.

ARBITRO: Davide Moriconi di Roma2 (Michele Collavo di Treviso, Giuseppe Maiorino di Nocera inferiore).

RETI: 35’ Gualdi, 47’ Piccoli, 27’ st rig. Galligani.

Più informazioni su

Commenti